Dieta omeopatica

Dimagrire “quanto basta”, una volta per tutte, nel pieno rispetto della naturale struttura dell'organismo, tenendo conto, quindi, non solo corpo, ma anche della psiche. Tutto questo è possibile associando una dieta equilibrata che si basa su cibi naturali e integrali, all'omeopatia.


Per dimagrire bene, infatti, bisogna rinunciare alle diete da fame e alle perdite di peso troppo rapide e drastiche.

 

 

È necessario, invece, modificare il proprio comportamento alimentare, perché solo così è possibile eliminare i chili di troppo e ristabilire in modo duraturo l'equilibrio del metabolismo.

Dieta omeopatica
Dieta omeopatica

 

Che cos'è il sovrappeso.

oltre alle semplici regole valide sia per i nutrizionisti sia per i medici tradizionali, i medici omeopati seguono seguono un altro principio: sono convinti che ognuno ha un suo modo di ingrassare.

 

Il sovrappeso, insomma, dipende dalla predisposizione naturale, che è diversa da un individuo all'altro.

 

Ecco perché, per comprendere le cause dei chili superflui, è necessaria una visita preliminare dal medico omeopata che studierà le nostre caratteristiche individuali, fisiche, psicologiche e il nostro atteggiamento nei confronti delle situazioni quotidiane.

 

Quindi, insieme a una dieta appropriata, gli specialisti omeopati prescrivono parallelamente una cura omeopatica personalizzata, cioè pensata su misura, un trattamento che agisce a livelli diversi sull'organismo, per dimagrire dolcemente senza risentire gli effetti secondari.

 

I rimedi per ogni tipologia.

Perché la dieta sia efficacie, secondo l'omeopatia, non è sufficiente seguire con scrupolo un regime alimentare che prevede un apporto ridotto di calorie.

 

Bisogna anche riequilibrare i problemi di fondo, individuando il trattamento omeopatico personalizzato.

 

Per farlo, bisogna prendere in considerazione alcuni elementi: la morfologia generale, cioè le caratteristiche fisiche, i gusti alimentari della persona e i tratti salienti del carattere.

 

Tra i numerosi rimedi omeopatici, ne esistono quattro che corrispondo ad altrettanti tipi fisici con eccesso di peso localizzato in punti diversi del corpo.

 

  1. La Calcarea carbonica: estratta dal guscio dell'ostrica, serve a trovare il proprio equilibrio ponderale. 
  2. Il Sulfur: che regola i sistemi di eliminazione e disintossicazione dell'organismo. 
  3. La Thuya: il cui ruolo è riequilibrare i disordini organici causati da stress e ritmi irregolari. 
  4. Il Natrum sulfuricum: solfato di sodio che ha la capacità di mobilizzare i liquidi organici e riequilibrare l'energia.

Quattro ritratti omeopatici.

 

Il tipo thuya

Le caratteristiche fisiche:  

  • le donne di questo tipo hanno la parte superiore del corpo snello, i chili di troppo sono concentrati sulle anche e sulle cosce.
  • Sulle stesse zone è presente la cellulite.
  • Il fisico rileva i segni di un'intossicazione generale dovuta a stress, inquinamento atmosferico, poche ore di sonno, fumo, pillola anticoncezionale.
  • I gusti a tavola:  non è la gola che fa ingrassare questo tipo di donna; l'appetito è normale e il tipo di thuya è bravissima a controllare sia la quantità che la scelta dei cibi. 
  • Difficilmente cede a qualche strappo alle regole.
  • Il carattere:  piuttosto ansiosa e ossessionata dalla preoccupazione di non riuscire a far fronte agli impegni quotidiani.
  • Spesso, questa donna soffre di insonnia.
  • È freddolosa, detesta il tempo uggioso e la pioggia.

 

Il tipo natrum Sulfuricum.

Le caratteristiche fisiche: 

  • Il suo problema è la ritenzione idrica.
  • Questo tipo di donna se sente spesso gonfia soprattutto il mattino appena sveglia oppure la sera, quando è particolarmente stanca.
  • I chili di troppo e la cellulite sono localizzati intorno alle cosce.
  • I gusti a tavola: le piacciono soprattutto i gusti salati: certi formaggi, i salumi, gli snack e beve poca acqua.
  • Predilige alimenti ricchi di sodio, che non aiutano di certo a eliminare i liquidi trattenuti.
  • Adora anche i gelati e le bibite ghiacciate.
  • Il carattere: inguaribile romantica, questo tipo di donna si lascia commuovere dalla musica e diventa malinconica soprattutto quando il cielo è nuvoloso.
  • Al primo raggio di sole, però, ritrova l'entusiasmo e la voglia di vivere.

Il tipo Calcarea carbonica.

Le caratteristiche fisiche:

  • è di taglia media e ben proporzionata.
  • I chili di troppo sono distribuiti in modo abbastanza uniforme.
  • Non ama fare sport e, in generale, la vita attiva.
  • Al massimo, si concede una camminata o passeggiata in bicicletta.

I gusti a tavola:

  • è una vera buongustaia.
  • Di fronte a una leccornia dolce o salata non sa resistere, soprattutto se è a base di latte o derivati.
  • Ma è impossibile dimagrire se non si impara a ridurre i latticini.

Il carattere:

  • meticolosa, razionale e logica.
  • A questo tipo di donna piacciono la matematica, la geometria, le parole crociate.
  • È calma e per questo riesce a dormire bene tutta la notte.
  • È anche riflessiva, forte e perseverante, tutte qualità che aiutano a rispettare la dieta.

Il tipo Sulfur.

Le caratteristiche fisiche:

  • donna dalla costituzione atletica, alta, robusta con muscoli ben sviluppati.
  • Non è realmente grassa,ma appesantita.
  • Le piacciono gli sport di gruppo da fare all'aria aperta.
  • Non ama l'acqua, e ,quindi il nuoto.

I gusti a tavola:

  • il cibo è un piacere, le piacciono i piatti elaborati, i salumi, il vino.
  • Ha anche una vera passione per le pasticcerie, che rappresenta proprio il suo "tallone d'Achille".
  • Per dimagrire, infatti, dovrebbe ridurre al minimo grassi e zuccheri.
  • Il carattere: è un tipo di donna generosa e adora gli eccessi in tutti i campi della vita. Intellettuale, le piace la lettura, la filosofia, la politica.
  • La appassiona tutto ciò che permette di confrontarsi con gli altri. Brillante e sicura di se, cerca spesso la competizione.

Regole della dieta omeopatica.

Oltre al drenaggio e alla scelta del trattamento personalizzato, il metodo omeopatico per dimagrire utilizza le sostanze che aiutano a sopportare meglio i regimi dietetici con basso apporto di calorie.

  • La dose da prendere è di 3 granuli da sciogliere sotto la lingua, 2 o 3 volte al giorno.
  • Per moderare l'appetito regolarizzando l'azione ghiandolare e attenuare la sensazione di fame: Hypothalamus 5 CH.
  • Per stabilizzare l'umore e combattere le crisi depressive: Ignatia 5CH.
  • Per contrastare gli attacchi irrefrenabili di gola: Anacardium 5 CH.

Come prendere i rimedi.

  1. Durante le cure omeopatiche è importante seguire alcuni accorgimenti che consentono di ottenere i risultati migliori.
  2. Non toccare i globuli o le compresse con le mani.
  3. I rimedi vanno raccolti nel tappo del flacone.
  4. I globuli caduti accidentalmente vanno eliminati perchè potrebbero aver perso efficacia in seguito alla contaminazione con altre sostanze.
  5. È indispensabile prendere i rimedi a stomaco vuoto (30 minuti prima o 3 ore dopo aver mangiato).

Dieta omeopatica: menù settimanale.

Il regime alimentare che viene qui indicato è di circa 1.000 calorie e garantisce un calo di circa un chilo alla settimana. Proprio per lo scarso apporto calorico, è sconsigliato ripeterla per più di 15 giorni.

 

Consigli utili.

  • Durante il giorno, bere almeno un litro di acqua minerale.
  • Durante i pasti sorseggiare tè di Giava: riduce l'appetito e migliora la digestione.
  • Dolcificare soltanto con un cucchiaino scarso di miele.
  • Usare il sale con moderazione. Per rendere i cibi più saporiti si può fare ricorso, sempre con moderazione, alla salsa di soia.
  • Non usare troppe spezie.
  • Per gli attacchi di fame.
  • Per gli attacchi di fame improvvisa vanno bene la frutta o i crackers integrali.

Prima settimana.

 

Lunedì al risveglio:

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

Dopo 15-20 minuti, 1 tazza di tè verde.

Colazione, 1 vasetto di yogurt magro con 3 cucchiai di muesli alla frutta e un cucchiaino di olio di germe di grano.

Ore 11. 1 mela.

Mezz'ora prima di pasto 3 granuli di Hypothalamus 5 CH.

Pranzo, 400 grammi di passato di verdure cucinato con 80 grammi di riso integrale.

Ore 17, 200 grammi di frutta di stagione.

Mezz'ora prima di cena, 3 grammi di Anacardium 5 CH.

Cena, 400 grammi di verdure crude, 150 grammi di tofu alle erbe e 70 grammi di pane integrale.

Prima di andare a dormire, 3 granuli di Ignatia 5 CH. 3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

 

Martedì al risveglio:

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

Dopo 15-20 minuti, 1 tazza di tè Mu.

Colazione, 1 vasetto di yogurt di soia, 1 fettina di pane integrale con 1 cucchiaino di miele.

Ore 11, 2 kiwi.

Mezz'ora prima di pranzo 3 granuli di Hypothalamus 5 CH.

Pranzo, 400 grammi di passato di verdure cucinato con 80 grammi di farro.

Ore 17, 200 grammi di frutta di stagione.

Mezz'ora prima di cena, 3 granuli di Anacardium 5 CH.

Cena, 400 grammi di verdure crude, una mozzarella light (125 grammi), due fettine di pane integrale.

Prima di andare a dormire, 3 granuli di Ignatia 5 CH. 3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

 

Mercoledì al risveglio:

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

Dopo 15-20 minuti, 1 tazza di tè Giava.

Colazione, 1 spremuta di pompelmo.

1 fettina di pane integrale con un cucchiaino di marmellata senza zucchero.

Ore 11, 1 pesca. 

Mezz'ora prima di pranzo. 3 granuli di Hypothalamus 5 CH.

Pranzo 400 grammi di passato di verdure cucinato con 80 grammi di orzo integrale.

Ore 17, 1 centrifugato (200 grammi) di mela e carota

Mezz'ora prima di cena, 3 granuli di Anacardium 5 CH.

Cena, 400 grammi di verdure crude, 150 grammi di seitan alla piastra (o 150 grammi di carne bianca magra alla griglia), 70 grammi di pane integrale.

Prima di andare a dormire, 3 granuli di Ignatia 5 CH.

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

 

Giovedì al risveglio

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

Dopo 15-20 minuti, 1 tazza di infuso di rosa canina.

Colazione, 1 vasetto di yogurt magro, 3 cucchiai di corn flakes e 3 mandorle.

Ore 11, 1 mela.

Mezz'ora prima di pranzo, 3 granuli di Hypothalamus 5 CH.

Pranzo, 400 grammi di verdure con 100 grammi di spezzatino di soia.

Ore 17, 200 grammi di frutta di stagione.

Mezz'ora prima di cena, 3 granuli di Anacardium 5 CH

Cena, 400 grammi di verdure saltate in salsa di soia con 100 grammi di ricotta fresca, 70 grammi di pane integrale.

Prima di andare a dormire, 3 granuli di Ignatia 5 CH. 3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

 

Venerdì al risveglio.

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

Dopo 15-20 minuti. Una tazza di infuso di karkadè.

Colazione, 1 vasetto di yogurt di soia, una fetta di pane integrale con un cucchiaino di marmellata senza zucchero.

Ore 11, 1 frutto di stagione.

Mezz'ora prima di pranzo, 3 granuli di Hypothalamus 5 CH.

Pranzo, 400 grammi di passato di verdure con 80 grammi di avena integrale.

Ore 17, 200 grammi di frutta di stagione.

Mezz'ora prima di cena, 3 granuli di Anacardium 5 CH.

Cena, 400 grammi di verdure alla piastra, 1 hamburger di soia e cereali (100 grammi), 70 grammi di pane integrale.

Prima di andare a dormire, 3 granuli di Ignatia 5 CH. 3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

 

Sabato al risveglio

3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

Dopo 15-20 minuti. Una tazza di infuso alle erbe a piacere.

Colazione, 1 caffè d'orzo, una brioche integrale al miele.

Ore 11, 1 spremuta di arance.

Mezz'ora prima di pranzo, 400 grammi di verdure stufate con 80 grammi di polenta, una mousse di soia come dessert.

Ore 17, 200 grammi di frutta di stagione.

Mezz'ora prima di cena, 3 granuli di Anacardium 5 CH.

Cena, 300 grammi di verdure crude, 150 grammi di pesce al forno con le patate (200 g), 1 gelato di soia.

Prima di andare a dormire, 3 granuli di Ignatia 5 CH. 3 granuli di rimedio omeopatico personalizzato secondo il proprio tipo.

 

Domenica

Ripetere un menù a scelta tra quelli precedenti oppure tornare, per un giorno, alle “vecchie” abitudini alimentari.

 

L'importante, per dimagrire con l'omeopatia, è seguire con costanza il regime di vita presentato in questa pagina, che non richiede nulla di più rispettato a una normale dieta. Ma i risultati, assicurano gli esperti, saranno sorprendenti.  

 


loading...

Scrivi commento

Commenti: 0