Dieta di primavera

La bella stagione è iniziata, e si è risvegliata anche la voglia di mettersi in forma, con la dieta di primavera è possibile dimagrire e attivare il nostro metabolismo per essere pronti per l'estate. Non pensiamo alla bilancia, quanto a cosa mettere nel piatto, prediligendo cibi light e cotture più sane.


Per rigenerarsi, il nostro organismo ha bisogno di un'alimentazione completa ed equilibrata, in grado di fornire tutti i nutrienti di cui ha bisogno per mantenere un buono stato di salute.

 

Bisognerebbe quindi distogliere l'attenzione dalla bilancia e pensare principalmente al proprio benessere fisico e mentale.

 

Questo menù di primavera non può essere considerato una dieta ipocalorica, perché elaborare uno schema è un po' come creare un abito su misura e quindi sono necessari colloqui specialistici, esami e tempo per poter ottenere un buon risultato.

 

Chi mangiava in modo sregolato e non ha il metabolismo rallentato può perdere 3-4 kg al mese, 5 se si fa sport.

 

Sconsigliate le perdite superiori perché rovinano i muscoli e non solo.

 

La colazione perfetta a primavera.

La colazione deve prevedere soprattutto carboidrati (pane, fette biscottate, cereali integrali).

 

Anche gli alimenti proteici favoriscono un buon senso di sazietà e possono influenzare positivamente la regolazione della glicemia.

 

Sì, allora, allo yogurt, o alla ricotta, o a uova e bresaola per chi non ama il dolce.

 

E ancora via libera a una bevanda che permetta di reidratarsi appena svegli: latte parzialmente scremato o bevande vegetali (di soia, di mandorla), tè o infusi caldi, frullati e centrifugati ottenute rigorosamente da frutta fresca.

 

Chi ha molto appetito potrà completare la prima colazione con una porzione di frutta fresca di stagione.

Dieta di primavera menù settimanale completo.

Lunedì

Pranzo: 1 porzione abbondante di verdura, grano saraceno o quinoa (80,90 g), 3-4 noci o 10 mandorle.

Spuntino: 1 porzione di frutta, 1 pezzo di cioccolato fondente.

Cena: 1 uovo, una porzione abbondante di verdura, 1 panino.

Dopo cena: Una tisana drenante o detox.

 

Martedì

Pranzo: 70 g di riso (nero, rosso..) condito con legumi, una porzione di verdura, una porzione di noci (3-4) o mandorle (10).

Spuntino: 1 vasetto di yogurt magro bianco con mirtilli freschi.

Cena: Minestra di verdure con farro o orzo, 90-130 g di carne bianca, 1 porzione di verdura.

Dopo cena: Tisana drenante o detox.

 

Mercoledì

Pranzo: Insalatona di verdure miste, arricchite con olive e capperi, 70-80 g di formaggio fresco, 1 panino, una porzione di noci (3-4) o mandorle (10).

Spuntino: un bicchiere di centrifugato di frutta e verdura.

Cena: minestra di verdure con farro o orzo, 110.150 g di pesce fresco con verdura, 1 porzione di verdura.

Dopo cena: Tisana drenante o detox.

 

Giovedì

Pranzo: 1 porzione abbondante di verdure, 70 g di pasta con pesto, 1 porzione di noci (3-4) o di mandorle (10).

Spuntino: 2 o 3 gallette di mais, 1 cubetto di grana.

Cena: 1 porzione di patate al forno con aromi, 1 porzione (90-130 g) di carne rossa, 1 porzione abbondante di verdura.

Dopo cena: Tisana drenante o detox.

 

Venerdì

Pranzo: 110.150 g di pesce, 1 porzione abbondante di verdura, 1 panino, 1 porzione di noci (3-4) o mandorle (10).

Spuntino: 1 bicchiere di centrifugato di verdura e frutta.

Cena: 1 porzione di crema di legumi, frittata al forno (con 1 uovo) con erbette.

Dopo cena: Tisana drenante o detox.

 

Sabato

Pranzo: Insalatona di verdure miste, arricchita con olive, capperi, germoglia di soia e 4 cucchiai di ceci, 1 panino, 1 porzione di noci (3-4) o mandorle (10).

Spuntino: 1 porzione di frutta, 1 pezzo di cioccolato fondente.

Cena: Risotto con radicchio (70 g), 1 porzione abbondante di verdura.

Dopo cena: Tisana drenante o detox.

 

Domenica

Pranzo: 1 porzione abbondante di verdure, 70 g di pasta al sugo di pesce (molluschi e crostacei), 1 porzione di noci (3-4) o mandorle (10).

Spuntino: 1 porzione di frutta fresca, 1 tazza di infuso.

Cena: 110-150 g di pesce, 1 porzione abbondante di verdura, 1 panino.

Dopo cena: Tisana drenante o detox.

Regole da seguire nella dieta di primavera.

1. Non saltate i pasti e godeteveli.

Saltare i pasti aumenta le probabilità di ingrassare, perché favorisce un rallentamento del metabolismo e una perdita del muscolo: i pasti vanno divisi in 3 principali e 2 spuntini.

 

2. Idratatevi correttamente

Per star bene è importante bere molto, almeno 7-9 bicchieri d'acqua al giorno, e anche di più se fa caldo, o se abbiamo svolto attività impegnative o esercizio fisico.

Se faticate a bere potete stimolarvi con l'acqua aromatizzata da voi (ad esempio con fette di limone e di cetriolo), o con veri e propri infusi preparati con miscele di erbe o fiori, che possono essere consumati caldi oppure freddi.

 

3. Cucinate bene

Pianificate sempre in anticipo le vostre attività e dedicate del tempo alla spesa e alla cucina casalinga, per realizzare piatti semplici a base di materie prime di prima qualità.

 

4. La verdura non è solo un contorno

I vegetali devono diventare i protagonisti dei vostri piatti.

Oltre ad essere ricchi di acqua, fibre, fitocomposti, vitamine, sali minerali e antiossidanti, favoriscono il senso di sazietà, sono poveri di sodio e di grassi e hanno poche calorie.

 

5. Nutritevi di 5 o più colori

Nella pianificazione del menù settimanale dovremmo prestare attenzione al colore dei vegetali che consumiamo, preziosi per il nostro benessere. È intuitivo che mangiare piatti dai colori solari, che vanno dal giallo all'arancione: abbia una ripercussione positiva sull'umore: quando decidiamo cosa mangiare, facciamoci anche guidare dalla nostra voglia di quel colore: vuol dire che ne abbiamo bisogno.

 

I 5 colori fondamentali che contribuiranno a portar allegria a tavola sono rosso, bianco, verde, giallo-arancione e blu-viola, da valorizzare in questa settimana rigenerante perché migliorano la circolazione (frutti di bosco, radicchio, prugne, cipolle di Tropea).

 

6. Variate spesso alimenti e preferite sempre i prodotti di stagione

Uno dei principi più fondamentali di una dieta sana ed equilibrata è la varietà, perché non esiste un alimento completo, ovvero, in grado di fornire al corpo tutte le sostanze di cui ha bisogno.

 

I prodotti di stagione (vegetali, ma anche pesce, per esempio) sono più buoni, profumati e aromatici e fanno bene al pianeta.

 

7. Non rinunciate per forza al pane

È un alimento fondamentale nell'alimentazione umana di moltissime culture, preferite pane fresco, ben cotto e ben lievitato, preferibilmente ai cereali e arricchito in semi.

 

8. Via libera alle spezie preziose

Aiutano la digestione, stimolano l'appetito, possono essere utili per chi soffre di dolori reumatici o stati infiammatori, e sono un valido aiuto per ridurre l'uso di sale nelle nostre cucine.

 

9. Fate spazio anche agli ottimi legumi

Fagioli, lenticchie, fave e piselli non dovrebbero mancare nella nostra tavola. Se non siete abituati a consumarli, cominciate con piccoli quantitativi (2 o 3 cucchiai) in modo da riabituare il corpo che altrimenti potrebbe faticare a smaltirli; preferite legumi secchi o surgelati ed evitate quelli insaccati.

 

10. Sì al relax e movimento quotidiano

Concedetevi un break quotidiano di almeno 20-30 minuti per compiere una passeggiata a passo sostenuto. Ne trarrà vantaggio l'umore, la linea e tutto l'organismo.

 

11. Cioccolato, una coccola possibile

Se lo gradite, non privatevi del cioccolato (purché sia quello fondente, almeno al 70 %), un “antidepressivo” naturale, che ha anche degli effetti positivi sull'umore: è inoltre un “elisir di giovinezza”, perché ricco di antiossidanti, e porta anche degli ottimi benefici sul nostro sistema cardiovascolare.

 

La dieta di primavera è valida per una settimana, è una dieta che possiamo definire rigenerante.

 


loading...
Commenti: 0