I coloranti alimentari non fanno venire il tumore

I coloranti alimentari NON fanno venire il tumore. Però possono avere un effetto eccitante e sono un "di più" che affatica fegato e reni.

La bufala corre sui social.

Tre settimane fa è apparso su Facebook un post del CRO (Centro di Riferimento Oncologico) di Aviano che pubblicava una lista di coloranti alimentari potenzialmente tossici o cancerogeni.

I coloranti alimentari non fanno venire il tumore
I coloranti alimentari

Subito la smentita ufficiale: lo "pseudopost" non era stato pubblicato dal CRO, ma da qualche burlone in vena di falsi allarmi.

 

Il dubbio, però, resta: è davvero sicura l'esplosione di colori che accompagna la nostra estate, tra gelati, granite e ghiaccioli multicolori?

 

Non c'è alcuna correlazione tra coloranti e cancro, rassicura Diego Serraino, direttore dell'unità di epidemiologia e biostatistica del CRO di Aviano.

 

Dei 230 tipi di tumore che conosciamo, la maggior parte sono definiti "sede-specifici" perché hanno una documentata correlazione con sostanze o stili di vita a rischio.

 

Qualche esempio? Al vizio del fumo sono statisticamente assegnati 13 tumori, alla dieta ricca di grassi animali almeno 15.

 

Ma non c'è nessuno studio che associ il consumo di un colorante alimentare a un cancro "sede-specifico".

 

I coloranti alimentari, però, qualche controindicazione ce l’hanno.

 

Preferisci quelli naturali.

Fortunatamente non tutti gli additivi alimentari sono artificiali, spiega Nadia Tamburlin. Molti snack, gelati, bevande e caramelle segnalano in etichetta la presenza di coloranti "naturali: sono da preferire.

 

Il colore arancio è estratto dal betacarotene. il marrone dal caramello, il verde dalla clorofilla, il porpora dalla barbabietola, il viola e blu dai mirtilli e dal ribes nero.

 

Nel 2007 l'Agenzia per la sicurezza alimentare del Regno Unito ha commissionato uno studio, condotto dai ricercatori dell'Università di Southampton, da cui è risultato che alcune miscele di coloranti alimentari sono "eccitanti" per il sistema nervoso centrale, specie dei piccoli.

 

Nervosismo, disturbi del sonno e iperattività dei bambini sarebbero dovuti anche all'eccesso di coloranti alimentari.

 

Come tutti gli additivi, sono un "di più" affatica gli organi emuntori (fegato e reni) incaricati di metabolizzarli», spiega Nadia Tamburlin, specialista scienza della nutrizione. 

 

L'ideale, per una mamma, leggere la lista degli ingredienti: meno "E" seguite da un numero compreso tra 100 e 199 ci sono, meglio è.

 

Fonte: nostre elaborazioni su fonti diverse.

loading...

Scrivi commento

Commenti: 0