Lievito alimentare, gustoso e salutare

Il lievito alimentare è un integratore salutare, gustoso e senza grassi. Lo conoscono bene vegetariani e vegani che spesso lo usano come sostituto al sale e al formaggio. È un prodotto saporito e pieno di nutrienti che conferisce il gusto ai cibi. Scopriamo insieme tutti i benefici e le proprietà che apporta.


Si ottiene partendo dal classico lievito di birra (Saccharomycies Cerevisiae) che ha subito un particolare trattamento.

 

Il prodotto, che si presenta a scaglie, è in pratica il risultato della lavorazione del lievito di birra “basso”, lavorato cioè a basse temperature comprese tra i 0° e 5° per essiccazione istantanea o liofilizzazione.

 

Questo procedimento, al contrario del lievito di birra “alto”, ottenuto tra i 15° e i 20°, inattiva il lievito che non sarà più adatto alla panificazione, ma ne conserva tutte le caratteristiche e proprietà, rendendolo pertanto un ottimo integratore alimentare.  

Lievito alimentare, gustoso e salutare.
Lievito alimentare, gustoso e salutare.

Valori nutrizionali, proprietà e controindicazioni.

Valori nutrizionali lievito alimentare per 100 g

Calorie: 325 kcal

Grassi: 8 g

Proteine: 40 g

Carboidrati: 41 g

 

Proprietà e benefici 

Il lievito alimentare è un ottima fonte di proteine ed è ricco di vitamine del gruppo B, anche se la B12 gli viene spesso addizionata, ma dipende dal tipo di lavorazione.

 

È privo di grassi e di sodio, nonostante il suo sapore deciso, contiene anche ferro e fibre, queste ultime molto utili per il benessere intestinale.

 

Inoltre il suo apporto di selenio gli conferisce un azione antiossidante che contrasta i radicali liberi prevenendo l'invecchiamento cellulare.

 

Per conservare inalterate queste sue proprietà è meglio consumarlo crudo, ma sempre con moderazione perché un eccesso potrebbe provocare sensibilità ai lieviti.

 

Il suo consumo ha effetti positivi sulla flora batterica intestinale, sulla pelle, sulle unghie e sui capelli.

 

Integrare la propria alimentazione con lievito di birra, migliore inoltre l'utilizzazione cellulare del glucosio, facilitando nel contempo l'azione dell'insulina.

 

Inoltre aiuta a combattere inestetismi della cute come acne e dermatiti.

 

E infine, pare abbia anche una discreta azione sulla riduzione del colesterolo.

 

Le scaglie possono risultare troppo secche al palato, per cui sarebbe meglio ammorbidirle con dell'olio extravergine d'oliva oppure olio di lino o quello che si preferisce come condimento.

 

Come detto, è bene non aggiungerlo durante la cottura ma alla fine, sulla pietanza già impiattata.

 

Controindicazioni del lievito alimentare

Abusare del lievito alimentare può causare un'allergia ai lieviti in generale, la dose consigliata giornalmente è di 3-6 cucchiaini al giorno. 

 

Decisamente sconsigliato a chi soffre di candida recidivante, perché il fungo si nutre anche di lievito, a chi è intollerante in generale ai lieviti.

 

Acquisto, conservazione e utilizzo.

Si trova facilmente nei negozi di articoli biologici, ma anche in erboristeria e in farmacia.

 

Oggi è possibile acquistarlo comodamente on line rivolgendosi alle sempre più famose farmacie e erboristerie che offrono la possibilità dell'e-commerce.

 

Lo si acquista in generale confezionato e sigillato in buste di plastica e va assolutamente conservato al riparo dalla luce: una volta aperto l'ideale sarebbe trasferirlo in un vasetto di vetro scuro a chiusura ermetica da riporre poi in dispensa.

 

È possibile aggiungerlo a un piatto di pasta come fosse formaggio grattugiato nelle zuppe (in particolare i legumi) aiuta ad addensare, si può cospargere su un insalata o sopra verdure semplicemente lessate, infine può esaltare anche il sapore di un buon curry.

 

Esso non è adatto per la preparazione del pane o dei dolci ma, appunto, si mangia crudo e condito.

 

Si può trovare una composizione senza glutine adatta ai celiaci ma bisogna sempre controllare l'etichetta. 

 

 


loading...

Scrivi commento

Commenti: 0