Dieta per le donne

Per dimagrire in modo corretto, la dieta per la donna va scelta anche in base alla propria costituzione, che può essere a pera (ginoide), a mela (androide) o a peperone (mista). Così si perde peso solo dove si desidera.

 


Le donne che hanno provato a dimagrire sanno che ci sono zone del corpo dove il grasso si accumula più facilmente, localizzazioni tipiche che resistono anche alle diete più restrittive.

A volte, prima di smaltire un solo centimetro nel punto giusto, seno e décolleté si svuotano.

 

Ecco, allora, una dieta che individua tre differenti costituzioni fisiche: donna mela, donna pera e donna peperone, e tre piani nutrizionali mirati.

 

Una dieta che agisce in modo localizzato.

Ogni donna è diversa dall'altra; il modo di ingrassare e di dimagrire è il risultato di complessi meccanismi biochimici ( particolare, di specifiche prevalenze ormonali, la cui influenza sulla distribuzione del grasso può essere controllata e, in parte, modificata con la dieta.

 

Tale principio ispira questo programma snellente, che usa il cibo per dimagrire nei punti giusti.

 

Il risultato è una dieta che, tenendo conto di specifiche prevalenze ormonali e della particolare distribuzione del grasso corporeo, propone tre differenti menu da scegliere in base alla propria conformazione fisica che può essere a pera (ginoide), a mela (androide) o a peperone (mista).

 

Il legame tra ormoni e sovrappeso.

Gli ormoni influenzano la distribuzione del grasso corporeo, fino a determinare differenti tipologie di donna. In più, il cibo, amico e nemico di ogni costituzione, condiziona la produzione degli ormoni.

 

Ogni schema alimentare proposto, allora, introduce i cibi giusti al momento giusto della giornata. Il tutto tenendo conto delle proprietà degli alimenti e della risposta metabolica e ormonale che determinano.

Dieta per le donne: tipo mela, pera e peperone

Sponsorizzato

Donna mela: menù
Donna mela: menù

La donna mela.

Viso pieno, seno abbondante e pancia prominente che fa scomparire il giro vita. I fianchi, invece, sono relativamente stretti e le gambe magre. Gli accumuli di adipe localizzati al di sopra della vita conferiscono al fisico un aspetto tarchiato.

 

Estroversa e gioviale, la donna mela dimagrisce facilmente ma, quasi sempre, torna alle vecchie abitudini perché ama mangiare in libertà; a tavola predilige cibi grassi e salati e le bevande alcoliche.

 

Le cause del sovrappeso per la donna mela.

La distribuzione dell'adipe è determinata da una prevalenza di testosterone, l'ormone sessuale  maschile. A favorire l'aumento grasso è il cortisolo, che alza la glicemia stimolando la produzione di insulina.

 

I pasti ricchi di grassi e colesterolo poi, favoriscono la produzione di ormoni che portano al sovrappeso (cortisolo, Dhea e e androstenedione.  Il tipo di donna mela ha la tendenza a sviluppare diabete e ipertensione.

 

LA STRATEGIA ALIMENTARE PER LA DONNA MELA.

Occorre contrastare l'azione di insulina e cortisolo; quest'ultimo è prodotto soprattutto nelle prime ore del mattino e con un pasto a base di proteine, mentre è abbassato dai carboidrati.

 

Sì a una colazione leggera e bilanciata, con cereali integrali a lento rilascio di zuccheri, come l'avena, che ha un indice glicemico basso.

 

Le proteine ad alto valore biologico del siero di latte aiutano a tamponare gli zuccheri, evitando picchi di insulina. A pranzo, poi, meglio un pasto leggero a base di proteine magre.

 

La cena, invece, rappresenta il pasto più importante della giornata e non devono mancare carboidrati integrali che, grazie a un effetto anti-stress, prevengono gli attacchi di fame.

 

Il momento più critico della giornata è il tardo pomeriggio, quando il cortisolo cala e non sostiene più la glicemia. Così, per attenuare il desiderio di carboidrati, può giovare bere una tazza di tè verde. Lo spuntino del pomeriggio è facoltativo.

 

Esempio di menu per la donna mela:

Colazione: 250 g di yogurt magro e 30 g di proteine del siero del latte; 30 g di avena al naturale.

Pranzo: 150 g di salmone o sgombro; verdure a piacere; 1 mela; per condire; 1 cucchiaio di olio extravergine, succo di limone o aceto di mele e spezie a piacere.

Spuntino: 5 mandorle.

Cena: 70 g di riso integrale; 100 g di pollo, tacchino o coniglio; verdure a piacere; 1 mela; per condire: 1 cucchiaio di olio extravergine, succo di limone o aceto di mele e spezie a piacere.


Donna pera: menù
Donna pera: menù

La donna pera.

L'adipe è localizzato prevalentemente su glutei, fianchi e sulla parte esterna delle cosce. Al contrario, la vita è più sottile e la parte superiore del corpo meno sviluppata di quella inferiore. Una differenza visibile anche al raggiungimento del peso forma.

 

Di solito, la donna pera, a tavola predilige dolci e manicaretti, ma non è una grande mangiatrice; inoltre, ingrassa lentamente e progressivamente e quando si mette a dieta cala pochissimo e quasi per niente a livello degli arti inferiori.

 

Freddolosa, introversa e pigra, la donna pera in realtà ha una grande energia, ma si stressa se non può dedicarsi a se stessa.

 

Le cause del sovrappeso nella donna pera.

A determinare la concentrazione del grasso nella parte inferiore del corpo è una prevalenza di estrogeni, ormoni che  favoriscono il sovrappeso. I problemi alla circolazione del sangue, poi, accentuano ritenzione idrica e cellulite.  

 

Da un punto di metabolico questa costituzione è detta "ipolipolitica", poiché brucia poco i grassi, rispondendo poco alle diete. Anche una riduzione eccessiva di carboidrati può abbassare il metabolismo tiroideo vanificando i risultati.

 

LA STRATEGIA ALIMENTARE PER LA DONNA PERA.

Il piano alimentare predilige carboidrati integrali e frutta a colazione e a pranzo, quando sono più alti i livelli di cortisolo, la cui produzione viene stimolata da un pasto proteico. A cena, dunque, sì alle proteine per stimolare la produzione di Gh, un potente lipolitico.

 

La dieta bilancia anche l'apporto dei grassi che favoriscono la produzione di estrogeni e, in particolare, esclude quelli idrogenati e limita gli omega 6 contenuti in carni rosse, formaggi e olio di arachide, mais e soia.

 

Sì, invece, ai grassi monoinsaturi, che favorisco l'eliminazione degli estrogeni, come gli omega 9 (contenuti in olio di oliva, frutta secca e avocado) e gli omega 3 di cui sono ricchi pesci come salmone, tonno e sgombro.

 

Le percentuali di macronutrienti nella dieta sono: 55% di carboidrati complessi, 20% di proteine, 25% di grassi.

 

Esempio di menu per la donna pera:

Colazione: 200 g di yogurt greco 0% di grassi; 4 fette biscottate integrali; 1 cucchiaino dì marmellata; 1 frutto.

Pranzo: 60 g di pasta o di riso integrale; 50 g di legumi; 1 cucchiaio di olio extravergine, spezie a piacere.

Spuntino: 1 frutto o 200 mi di spremuta senza zuccheri aggiunti.

Cena: 100 g di salmone o 200 g di merluzzo oppure 150 g di carne bianca; verdure senza limite di quantità; 1 cucchiaio di olio e spezie a piacere.


La donna peperone (o mista).

Arti lunghi, ossa sottili, viso ovale e vita alta. La donna peperone, a tavola preferisce dolci e carboidrati come pasta, pane, patate e pizza, ma anche caffè, bibite gassate e bevande ricche di caffeina. stanco o stressato. 

 

I chili in più si distribuiscono in modo omogeneo, il girovita rimane visibile e i polpacci magri. Raggiungendo il peso forma si hanno ottimi risultati e il corpo è atletico e ben strutturato con arti lunghi e asciutti. Entusiasta nei periodi positivi, questo tipo tende a essere irritabile o depresso quando è stanco o stressato.

 

Le cause del sovrappeso nella donna peperone.

Tendenzialmente magro, il tipo di donna peperone ha un buon equilibrio ormonale e metabolico; di solito, la causa del sovrappeso è legato a troppi carboidrati. Un loro eccesso riduce gli ormoni dall'azione lipolitica, rallenta il metabolismo e sopprime la produzione di Gh.

 

Rimanendo in equilibrio  gli estrogeni, testosterone e cortisolo, anche la distribuzione del grasso è più uniforme.

 

LA  STRATEGIA ALIMENTARE PER LA DONNA PEPERONE.

Per potenziare la produzione di ormoni tiroidei e di Gh, diminuire l'apporto di carboidrati raffinati preferendo prodotti integrali e aumentare l'apporto di proteine magre contenute in alimenti come pollo e pesce e in una moderata quantità di carne rossa.

 

Sì, poi, alle uova e soprattutto agli albumi, ricchi di proteine ad alto valore biologico, che si possono mangiare anche tutti i giorni. Inoltre, a ogni pasto, largo alle verdure da consumare in abbondanza per apportare vitamine, minerali e fibre.

 

Meglio, invece, ridurre l'apporto di frutta. A metà giornata (alle ore 17) è facoltativo uno spuntino a base di formaggio grana.

 

I pasti principali sono bilanciati: 33% di carboidrati complessi, 33% di proteine e 33% di grassi.

 

Esempio di menu per la donna peperone:

Colazione: té verde o caffè decaffeinato; 2 uova intere e 2 albumi; 70 g di pane di segale; 1 cucchiaino di crema di arachidi.

Pranzo: 150 g di tagliata di manzo o petto di pollo; verdure a piacere; 1 cucchiaino di olio extravergine; 1 fetta biscottata al farro; 1 frutto piccolo.

Spuntino: 25 g di parmigiano reggiano.

Cena: 150 g di salmone; verdure a piacere; 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva; 10 g di pistacchi; 1 fetta biscottata di farro.

 

Queste sono le 3 diete per le donne a pera (ginoide), a mela (androide) o a peperone (mista), per dimagrire solo dove si desidera.

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0