Dieta pancia piatta

Qual'è una buona dieta per avere una pancia piatta? Qual è la parte del corpo che viene messa più in evidenza dal bikini? Sicuramente l'addome: è questa zona che fa la vera differenza. Se è tonica e piatta, ci si sente a proprio agio in costume, mentre se è gonfia e un po' troppo rotonda viene voglia di non togliersi nemmeno il copricostume. 


Dieta pancia piatta
Pancia piatta

Per fortuna, la pancia è anche il punto del corpo che si può rimettere in forma con più facilità: bastano un paio di giorni per renderlo più tonico e per sentirsi più in forma.

 

L'importante è mangiare poco e preferire alimenti diuretici e ricchi di fibre, in grado di drenare i tessuti e favorire la regolarità intestinale.

 

PER UNA PANCIA PIATTA, POCHE CALORIE, TANTI LIQUIDI E FIBRE.

Per perdere centimetri è importante prima di tutto combattere la stitichezza, responsabile del gonfiore addominale e dei chili di troppo della pancetta.

 

Per migliorare il problema, occorre seguire per due giorni una dieta abbastanza restrittiva (che, è bene precisarlo, va seguita realmente solo per due, massimo tre giorni), in modo che l'organismo, per ricavare energia, sia costretto ad attingere ai depositi di grasso già presenti.

 

Inoltre la dieta per una pancia piatta deve essere ricca di liquidi per favorire la diuresi, ma anche per aumentare il senso di sazietà. Infine, non devono mancare le fibre, perché sono indispensabili per regolare l'attività intestinale.

 

Se l'intestino funziona bene, l'addome risulta decisamente più piatto.


La dieta pancia piatta proposta è studiata specificamente per chi non ha grossi problemi di peso, ma deve smaltire qualche chilo in più localizzato soprattutto sull'addome e all'altezza del giro vita, secondo la tipica costituzione "androide" o "a mela".

 

Chi ha questo tipo di conformazione deve seguire una dieta particolare, per riuscire a snellire proprio l'addome.

 

I PUNTI DI FORZA DELLA DIETA PANCIA PIATTA.

Si tratta di un regime alimentare piuttosto restrittivo, che apporta appena 900 calorie al giorno: può quindi essere seguito per due giorni, o al massimo tre, per perdere quel chilo e mezzo di troppo nella zona dell'addome.

 

E’ previsto un pasto principale a mezzogiorno, che può essere di proteine o di carboidrati in dosi modeste.

 

Per le proteine, andrebbe scelto il pesce, che ha meno grassi, meno tossine ed è più digeribile rispetto alla carne, quindi non causa gonfiore.

 

I carboidrati andrebbero scelti sotto forma di cereali integrali, perché favoriscono la motilità intestinale e limitano l'assorbimento dei grassi. Per il resto, vanno privilegiate frutta e verdura.


Gli spuntini di frutta sono previsti lontano dai pasti, per controllare la fame, combattere la stitichezza e non causare gonfiore.

 

È meglio però evitare la frutta troppo dolce, come le banane, i fichi, l'uva. La frutta può essere consumata anche a colazione, dopo aver bevuto un grosso bicchiere di acqua naturale non troppo fredda.

 

Per condire le verdure sono concessi due cucchiaini al giorno di olio extravergine di oliva. È bene inoltre limitarsi nel sale, che favorisce il gonfiore.

 

QUALI CIBI PRIVILEGIARE.

La dieta pancia piatta è a base soprattutto di frutta fresca e di verdura.

Vanno scelte le varietà più ricche di acqua e di fibre e più povere di zuccheri.

 

Per favorire il transito intestinale, è bene scegliere soprattutto prugne fresche (ma anche secche reidratate in acqua), kiwi e pere ben mature. La frutta è perfetta a colazione per il suo effetto energetico e saziante.

 

Inoltre le fibre, assunte a digiuno, raggiungono più facilmente l'intestino, regolando la sua attività.

 

Altra frutta ricca di fibre sono le pesche, le albicocche, le ciliegie, il melone. Queste varietà, inoltre, contengono molto potassio, un minerale che favorisce la diuresi e quindi combatte il gonfiore addominale.

 

Le verdure da preferire sono quelle a foglia verde, come gli spinaci, le biete, ma anche i fagiolini: sono tra le più ricche di fibre benefiche.

 

GLI ALIMENTI DA EVITARE NELLA DIETA PANCIA PIATTA.

Nei giorni di dieta vanno evitati i cibi che rallentano la digestione e il transito intestinale e che possono causare stitichezza. Vanno evitati gli insaccati, ricchi di sale che trattiene i liquidi e che possono essere anche ricchi di grassi e di colesterolo (come la pancetta o il salame).

 

È bene evitare anche i legumi: contengono fibre e proteine, ma possono causare la formazione di gas addominale e quindi rendere più gonfia la pancia.

 

Per i due giorni di dieta, sono esclusi anche i dolci di tutti i tipi: lo zucchero infatti causa fermentazione e, di conseguenza, gonfiore.

Dieta pancia piatta: menu per 2 giorni

Primo giorno

Appena alzati un bicchiere di acqua a temperatura ambiente.

Colazione: una coppetta di macedonia di pesche, pere e melone, un caffè d'orzo.

Pranzo: insalata di scarola e spinaci crudi con sottaceti e pomodoro, 80 g di pollo lesso a dadini.

Spuntino: un kiwi maturo.

Cena: una porzione di passato di verdure miste freddo, uno yogurt magro.

 

Secondo giorno

Appena alzati un bicchiere di acqua a temperatura ambiente.

Colazione: 4 prugne gialle, una tazzina di espresso.

Pranzo: 150 g di orata al forno, verdure miste al vapore a volontà, 40 g di pane senza mollica.

Spuntino: una spremuta di agrumi misti.

Cena: misto di zucchine, peperoni e broccoli al vapore, 2 cracker integrali.

Come mantenere la pancia piatta

Per mantenersi in forma, e soprattutto non avere più l'addome prominente, si può tenere come base lo schema previsto, aumentando però l'apporto calorico fino a raggiungere le 1.500 calorie al giorno: quello che serve per perdere altri due­-tre chili in un mese.

 

A cena è concesso un piatto di pasta o di riso, sempre nella versione integrale.

 

Almeno due volte alla settimana si dovrebbe consumare una porzione di pesce, ricco di benefici grassi omega 3, che rendono il sangue più fluido, oppure di carne bianca (pollo, tacchino, coniglio), che contiene meno grassi e colesterolo.

 

Per il giusto apporto di calcio, non più di due volte alla settimana, è concessa una porzione di formaggio magro.

 

È bene infine continuare a consumare la frutta lontano dai pasti.


La dieta pancia piatta proposta è studiata specificamente per chi non ha grossi problemi di peso, ma deve smaltire qualche chilo in più localizzato soprattutto sull'addome e all'altezza del giro vita

 


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Zaineb (venerdì, 07 agosto 2015 13:42)

    Veramente utile!!!