Dieta dei 3 giorni

Tre giorni di dieta, durante i quali si mangia un solo alimento, e altri 15 giorni di mantenimento fanno miracoli e trascorso questo periodo, potrai perdere i chili di troppo accumulati negli ultimi mesi.


Dieta per dimagrire in tre giorni
Dieta dei 3 giorni

In alcuni periodi dell'anno, come durante le vacanze estive o le festività natalizie o nei periodi di forte stress, abbandoniamo le buone abitudini e cediamo alle tentazioni.

 

I ricchi buffet della colazione in compagnia, gli aperitivi, i dolci e il riposino pomeridiano, senza dimenticare gli spuntini notturni a base di tramezzini, spaghettate, panini imbottiti o fritture di pesce, contribuiscono a far sì che si prenda qualche chilo in più.

 

Inoltre, un altro fattore che sicuramente influisce sul nostro aumento di peso è sostituire i due litri di acqua giornalieri con una quantità inferiore di liquidi costituiti per lo più da bibite gassate, vino o birra.

 

Adesso è arrivato invece il momento di pensare alla rieducazione delle abitudini alimentari e di depurare il nostro organismo tenendo presente che i chili presi sono recenti e superficiali, che ancora non si sono depositati definitivamente e che, di conseguenza, sono più facili da eliminare.

 

Di certo però non basta solo eliminarli rapidamente, bisognerà poi evitare di riprenderli. È noto a tutti che quando si dimagrisce troppo rapidamente si ingrassa di nuovo subito dopo altrettanto velocemente.  Si verifica dunque il famoso effetto yo-yo che fa sì che l'organismo non risponda alle diete successive nel modo desiderato.

 

La dieta dei 3 giorni che vi proponiamo in questa pagina è calda, ricca di infusi e brodi sgrassati che consentono di eliminare i chili nel modo più sopportabile possibile.

 

Come in tutte le diete dimagranti, questa produrrà i suoi effetti più velocemente se combinata con un po' di esercizio fisico (camminare, nuotare, o fare palestra, qualsiasi attività anaerobica tre volte a settimana), che inoltre consentirà di evitare la flaccidità dei tessuti che può prodursi quando si dimagrisce.

 

Per iniziare la dieta dei 3 giorni.

Per un successo assicurato, scegli bene il giorno d'inizio della dieta d'urto visto che per tre giorni ti sarà difficile avere una vita sociale intensa. 

 

Ecco tutto quello che puoi fare.

In questa fase iniziale della dieta dimagrante è necessario bere almeno due litri tra acqua minerale a basso contenuto di sodio, infusi o brodi contemplati nei menu.

 

Questa quantità di liquidi assicura l'eliminazione delle tossine. Inoltre, viene fornita al corpo una buona idratazione, il che non guasta mai, specie dopo una prolungata esposizione ai raggi solari che seccano la pelle e l'organismo in generale.

 

Preparazione dell’infuso.

L'infuso consigliato in questa dieta è una miscela in parti uguali di coda cavallina (potente diuretico depurativo), camomilla (con effetto rilassante) e fucus (potente brucia grassi) che, combinati insieme, potenziano i loro effetti se assunti dalle tre alle cinque volte al giorno, in corrispondenza ai pasti principali.

 

Oltre alla dieta dei 3 giorni, viene fornita la ricetta del brodo sgrassato per poterlo preparare in modo corretto.

 

Preparazione del brodo sgrassato.

Brodo sgrassato. Nel brodo di pollo sgrassato (bollire prima le carcasse di pollo, lasciar raffreddare in frigorifero, quindi eliminare il grasso che si forma superficie con una schiumarola), cuocere verdure e ortaggi vari, come carciofi, asparagi, porri, sedano, carote e zucchine. Dal momento che sono tutti alimenti ricchi di acqua, utilizzare poco brodo per non diminuire troppo la concentrazione e il sapore della minestra.

 

Nei tre giorni di dieta d'urto è consigliabile condurre una vita sociale ridotta per evitare tentazioni.

 

ALIMENTI A SCELTA.

Ecco i cibi tra cui scegliere e che possono essere assunti nelle quantità desiderate, a sazietà, per evitare poi di spizzicare tra un pasto e l'altro. Possono inoltre variare di giorno in giorno. Non è necessario mangiare per tre giorni consecutivi lo stesso alimento con il quale si è iniziata la dieta.

 

Pera, mela, ananas (naturale o in succo) e kiwi. Possono essere assunti sotto forma di macedonia o in composta ma senza l'aggiunta di zuccheri. Pesca o succo senza l'aggiunta di zucchero o pesca al naturale.

 

È possibile scegliere tranquillamente le pesche in scatola a patto che siano prive di zuccheri aggiunti o di qualsiasi altra sostanza edulcorante ricca di calorie. Carciofi e asparagi cotti, in scatola o alla piastra, conditi con un po' di olio di oliva a crudo, sale senza abusare e spezie.

Dieta dei 3 giorni: menù completo

 

La dieta d'urto di 3 giorni è basata su un unico alimento. 

Quanto si mangia: tra le 1.200 e le 1.400 calorie.

La dieta di mantenimento di 15 giorni comprende alimenti vari.

Quanto si dimagrisce? da 1 a 2 chili.

 

Menu da 700 a 1000 calorie (solo per tre giorni).

 

COLAZIONE.

Una tazza dell'infuso consigliato, uno yogurt naturale magro con due cucchiai di cereali dietetici e un bicchiere di caffè (opzionale) con latte scremato senza zucchero.

 

A METÀ MATTINATA E A METÀ POMERIGGIO.

Una tazza dell'infuso consigliato, un frutto da scegliere tra: pera, mela, arancia, pompelmo o pesca e uno yogurt naturale magro con dolcificante, se lo si desidera.

 

PRANZO E CENA.

Brodo sgrassato, alimento o gruppo di alimenti scelti per il giorno, a fine pasto, una tazza dell'infuso consigliato con dolcificante.

Dieta di mantenimento 15 giorni

Alcune importanti regole di base.

Bere, almeno, due litri di liquidi al giorno, compresi, in questo caso, brodi e infusi.

Consumare, almeno, quattro pasti al giorno e, se non è possibile, assumere derivati del latte o frutta varia come pasto sostitutivo.

 

Mangiare lentamente e masticando bene. Con la salivazione che si produce durante la masticazione, molto spesso troppo rapida per mancanza di tempo, si facilitata l'assorbimento dei nutrimenti contenuti nei cibi, nonché la loro successiva eliminazione attraverso le feci.

 

Non mangiare nulla fuori pasto perché ciò altera i processi digestivi iniziati precedentemente e aumenta i livelli di glucosio (glicemia) nel sangue che provocano un aumento della sensazione di appetito (più si mangia più si ha fame. È ormai ampiamente dimostrato).

 

Eliminare completamente cibi grassi, fritti o infarinati, così come sughi, zuccheri e tutti i suoi derivati, che risultano molto calorici.

 

Utilizzare condimenti naturali. Olio extravergine di oliva crudo, limone, aceto (vivamente consigliato l'aceto di mele e, in particolar modo, l'aceto balsamico di Modena per il suo squisito sapore che rende superfluo l'utilizzo di qualsiasi altro ingrediente aromatico), poco sale e senza dimenticare gli edulcoranti artificiali che aiutano moltissimo quando bisogna assumere infusioni.

 

Infine, lo ripetiamo, in una dieta equilibrata la cosa più importante è bruciare ciò che si ingerisce. A questo fine, niente di meglio dell'esercizio fisico costante nel tempo.

Non è necessario arrivare a livelli altissimi ma essere costanti.

 

Camminare per 20 minuti, correre per 5 minuti, fare esercizi per gli addominali per 10 minuti o utilizzare la cyclette per almeno 15 minuti è più che sufficiente e costituirà il punto di partenza per avere un cuore in forma, muscoli ben ossigenati e riflessi pronti, il che faciliterà la realizzazione della dieta senza problemi e contribuirà al nostro benessere.

 

Menu per 15 giorni dieta di mantenimento.

 

Nei 15 giorni di dieta di mantenimento, è possibile ripetere per un giorno la dieta d'urto. In questo modo si consoliderà il peso raggiunto e l'organismo si abituerà a un piccolo sacrificio in modo che sarà più facile mantenere le buone abitudini alimentari, fondamentali per controllare il proprio peso.

 

COLAZIONE.

Una tazza dell'infuso consigliato, un bicchiere di caffè con latte scremato senza zucchero, due cucchiai di cereali dietetici un frutto (pera, mela, arancia, pompelmo, pesca, ecc.).

 

A METÀ MATTINATA E A METÀ POMERIGGIO.

Una tazza dell'infuso consigliato, un kiwi o una fetta di ananas con il suo succo (che possiedono poche calorie e molti benefici grazie all'alto contenuto di fibre), uno yogurt naturale magro o due formaggini magri.

 

PRANZO.

Una tazza di brodo sgrassato, un piatto di carne o pesce bianco alla piastra o arrosto con verdure e ortaggi (bietole, spinaci, cavoli, cavolfiori, lattuga, scarola, asparagi, funghi, pomodori cotti a vapore) conditi con un po' di olio di oliva crudo, aceto e spezie, a fine pasto, una tazza dell'infuso consigliato con edulcorante artificiale.

 

CENA.

Una tazza di brodo sgrassato, un piatto di verdura e ortaggi (vedi pranzo) con una omelette di due uova o due uova al tegamino. Come ulteriori alternative, pesce bianco oppure prosciutto cotto. Mai mangiare carne a cena. Perché? La digestione è più lenta e difficile.

 

DOPO CENA.

A fine pasto, una tazza di infuso consigliato che aiuterà a conciliare il sonno e a riposare bene.

 

Nella dieta dei 3 giorni è necessario bere almeno due litri tra acqua minerale a basso contenuto di sodio, infusi o brodi contemplati nei menu.

 

Leggi anche: Dimagrire 2 chili in 3 giorni del Prof. Migliaccio

 


Scrivi commento

Commenti: 0