Dieta dei cereali per dimagrire

Avena, kamut, riso, orzo, mais, sono cereali che saziano, danno energia, migliorano l'aspetto di pelle e capelli. E, se non si esagera con le quantità, aiutano anche a dimagrire.


Dieta dei cereali per dimagrire 5 chili in un mese
Cereali

I cereali, dall'orzo all'avena, dal riso al farro sono alimenti preziosi che, in sintonia con i cambiamenti stagionali, apportano significative quantità di vitamine, sali minerali e principi attivi secondari, le cosiddette sostanze bioattive, che rafforzano il sistema immunitario e assicurano benessere all'organismo.

 

I cereali sono alla base della piramide alimentare e della dieta mediterranea, ma sono anche i primi a venir eliminati quando si desidera dimagrire, perché calorici.

 

I nutrizionisti però raccomandano di non rinunciarvi. E i cereali restano l'alimento più importante di chi preferisce menù cruelty free (vegetariani, vegani...). Come è possibile allora conciliarli con una dieta ipocalorica? Innanzitutto facendo attenzione a non esagerare con le porzioni.

 

E poi con una scelta accurata e alternativa. Nella dieta che vi proponiamo non troverete molto grano ( almeno non tenero e non raffinato:  pane pasta di grano sono solo integrali) ma orzo,  avena,  kamut,  riso, mais, farro, quinoa.

 

Depurativi, ricchi di sali minerali e vitamine, forniscono tante fibre che danno senso di sazietà (molto importante per chi è a dieta). In più le fibre contribuiscono ad abbassare il livello di grassi nel sangue perché e ostacolano l'assorbimento nell'intestino e ne favoriscono l'eliminazione.

 

I gluten free.

I cereali "alternativi" hanno anche il pregio di scatenare molto più difficilmente sensibilità e intolleranze.

Alcuni di essi come il riso, il mais, il miglio, la quinoa sono senza glutine, quindi adatti anche ai celiaci.

 

Se fino a poco tempo fa l'unica alternativa al grano era il riso, oggi abbiamo imparato a sbizzarrirci anche

con altri cereali, alcuni insoliti, altri più familiari. 

 

Vediamoli "da vicino".

Avena: ricchissima di fibre, è diuretica e lassativa.

Kamut e farro: sono i cereali con il più elevato contenuto di proteine (e forniscono minori quantità di carboidrati). Sono ottime fonti di vitamina E, magnesio, selenio.

Miglio: contiene un'alta percentuale di sali minerali, tra cui fluoro, fosforo, magnesio, ferro, potassio importanti per la salute di pelle, capelli, denti.

Quinoa e amaranto: in realtà sono verdure ma vengono considerate simil-cereali perché hanno molte caratteristiche in comune, dall'aspetto ai nutrienti che forniscono.

Orzo e mais: sono rimineralizzanti, poverissimi di grassi, non provocano gonfiori.

 

Centrifugati spezzafame multivitaminici.

Il centrifugato di metà mattina, oltre ad essere un piacevole spezzafame è anche una parte importante del programma dimagrante. Va infatti realizzato con frutta e verdura ricchi di vitamine e sali minerali dalle spiccate proprietà drenanti, depurative, antiage.

Qualche esempio?

Per un effetto drenante: 2 carote, mezza barbabietola, foglie di menta fresca.

Come antiage: 100 g di frugoline di bosco, 100 g di lamponi, il succo di un limone.

Antipancia: 4 gambi di sedano, 2 carote, un asparago, 2 cucchiai di tisana di finocchio.

Diuretico: 3 carote, un gambo di sedano, mezza mela verde, una fetta di cocomero.

Dieta dei cereali: menù completo

Sponsorizzato

La dieta dei cereali aiuta a perdere fino a 5 chili in un mese. Ogni giorno, a pranzo, è prevista un'insalata di cereali, verdure e un ingrediente proteico come pesce, uovo o latticini.


Il pane previsto a cena deve essere integrale oppure di cereali alternativi.


Il programma anche se molto efficace è equilibrato: per questo può essere seguito anche per periodi più lunghi.


CONDIMENTI

Per condire, usare 2 cucchiai di olio extravergine di oliva al giorno e un cucchiaino di sale.

Le porzioni di verdura devono essere abbondanti. Non è necessario pesare. Bere almeno 2 litri di acqua

naturale al giorno.


TUTTI I GIORNI

Appena sveglie bere un bicchiere d'acqua con succo di limone.

Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato o un vasetto di yogurt; 30 g di fiocchi d'avena oppure 30 g di fette biscottate integrali o multicereali.


LUNEDÌ

Spuntino: un centrifugato.

Pranzo: insalata di pasta di kamut (50 g) con  pomodori e una mozzarella; un pompelmo (200 g).

Merenda: un caffè senza zucchero; uno yogurt magro.

Cena: 50 g di prosciutto crudo magro; verdure grigliate; 70 g di pane integrale.


MARTEDÌ

Spuntino: un centrifugato.

Pranzo: insalata con 50 g di orzo lessato, carote, zucchine tagliate a julienne, rucola e 30 g di noci; una mela (200 g).

Merenda: un caffè senza zucchero; uno yogurt magro.

Cena: 150 g di sogliola al vapore; cavoletti di Bruxelles al vapore; 70 g di pane di mais.


MERCOLEDÌ

Spuntino: un centrifugato.

Pranzo: insalata con farro (50 g), rucola e gamberetti; melone (200 g).

Spuntino: un caffè senza zucchero; uno yogurt magro.

Cena: 120 g di petto di pollo ai ferri; insalata di cavolo rosso, condita con olio e aceto; 70 g di cracker di riso.


GIOVEDÌ

Spuntino: un centrifugato.

Pranzo: insalata di orzo, preparata con 50 g di orzo lesso, 2 uovo sode e verdure sott’aceto, condita con olio e succo di limone; una mela verde (200 g),

Merenda: un caffè senza zucchero; uno yogurt magro.

Cena: 150 g di salmone ai ferri; finocchi in pinzimonio; 70 g di grissini di kamut; una pera (200 g).


VENERDÌ

Spuntino: un centrifugato.

Pranzo: insalata di riso integrale (50 g) con peperoni grigliati, sottaceti, una scatoletta piccola di tonno; una coppetta di frutti di bosco.

Merenda: un caffè senza zucchero; uno yogurt magro.

Cena: 150 g di merluzzo al pomodoro; insalata mista; 70 g di pane di cereali.


SABATO

Spuntino: un centrifugato.

Pranzo: insalata di farro preparata con 50 g di farro lessato, pomodori, 100 g di mozzarella a dadini, basilico; prugne (200 g).

Merenda: un caffè senza zucchero: uno yogurt magro.

Cena: 50 g di bresaola condita con rucola e scagliette di parmigiano; 70 g di gallette di riso.


DOMENICA

Spuntino: un centrifugato

Pranzo: insalata di quinoa (80 g) condita con 120 g di petto di pollo grigliato e tagliato a dadini, pomodorini, valeriana; una macedonia di frutta (200 g).

Merenda:  un caffè senza zucchero; uno yogurt magro.

Cena: 120 g di bistecca ai ferri; insalata mista, condita con olio e limone; 70 g di pane di mais.

Dieta di mantenimento

Terminata la dieta dimagrante dei cereali, si può proseguire con un mese di dieta di mantenimento raddoppiando la porzione di pasta, riso, orzo o farro dell'insalata (100 g) del pranzo, aumentando a 100 g b porzione di pane a cena e aggiungendo un cucchiaio di olio da ripartire tra i pasti principali.

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Diete per dimagrire (lunedì, 21 settembre 2015 20:34)

    I cereali sono essenziali e se presi nella giusta misura aiutano a ridurre l'assorbimento dei grassi.