Dieta delle barrette dietetiche

La dieta delle barrette dietetiche è adatta per chi lavora tutto il giorno, e seguire in modo scrupoloso una dieta snellente può diventare un problema. Particolarmente adatta a chi mangia spesso fuori casa, la dieta che propone l'uso delle barrette sostitutive del pasto è pratica, equilibrata ed efficace.


Dieta delle barrette sostitutive del pasto: menu settimanale
Barrette dietetiche

In pausa pranzo può essere difficile trovare i piatti indicati dal regime alimentare tra quelli offerti da bar, mense e self-service e si finisce per consumare un pasto troppo ricco.

 

Al contrario, se non si mangia a sufficienza si arriva più affamati al pasto successivo. Ricorrere alle barrette dietetiche, che costituiscono un pasto ben bilanciato, è una soluzione ideale per controllare l'apporto calorico giornaliero e garantire al corpo la giusta dose di nutrienti essenziali.

 

Un mix equilibrato, effetto anti-stress.

Perfetta per chi pranza fuori casa, questa dieta combina le esigenze di lavoro con quelle della linea. Il tutto senza eccessivi restrizioni.

 

La prima cosa da fare, allora, è sostituire il pranzo con due barrette proteiche, bilanciate da un punto di vista nutrizionale. Via libera, poi, a pasti e spuntini, puntando sui cibi in grado di assicurare i nutrienti essenziali.

 

Per prolungare la sensazione di sazietà i menu puntano su ricette che combinano proteine magre e grassi buoni con carboidrati a basso indice glicemico. In questo modo si tengono sotto controllo i picchi di alcune sostanze responsabili di improvvisi attacchi di fame come il cortisolo, l'ormone dello stress.

 

Le barrette sostitutive del pasto hanno un peso medio variabile in base alle marche ma, di solito, è compreso tra i 45 e i 120 grammi.

 

Le barrette ipocaloriche e a basso contenuto di zuccheri e carboidrati, garantiscono un buon apporto di proteine pure, grassi buoni, fibre, vitamine e minerali. Nell'insieme, questi nutrienti costituiscono un pasto, perciò le barrette non vanno abbinate ad alti alimenti, ma soltanto ad abbondanti liquidi, come acqua e infusi senza zucchero.

 

Chi ha più appetito, può aggiungere un'insalata verde, senza condimenti grassi. Il risultato è un pasto che dovrebbe assicurare la stessa sensazione di sazietà di un pranzo leggero. Per un'azione snellente davvero efficace è indispensabile seguire, per il resto della giornata, un regime alimentare ipocalorico, uno stile di vita sane e una regolare attività fisica.

 

I vantaggi della dieta delle barrette sostitutive del pasto.

 

È FACILE

Ci sono poche regole a cui attenersi e tutte semplici da seguire, anche fuori casa. Le barrette sostitutive sono comode da portare con sé e possono essere consumate facilmente in qualsiasi situazione.

 

È ECONOMICA

Gli alimenti consigliati si trovano nei supermercati e le barrette hanno un costo inferiore a qualsiasi altro pasto.

 

È EFFICACE

I menu ben bilanciati spingono l'organismo a trasformare in energia le riserve di grasso, assicurando un dimagrimento di circa 2 chili in 7 giorni.

 

È INCORAGGIANTE

Perdere peso velocemente gratifica e stimola a proseguire la dieta.

 

TIENE A BADA L’APPETITO

Le proteine hanno un effetto saziante; i pasti e gli spuntini sono nutrienti e appaganti.

 

TONIFICA

Grazie ai pasti ben bilanciati, la dieta agisce per lo più sul tessuto adiposo, senza intaccare muscoli e massa magra.

 

5 consigli utili.

Per favorire il dimagrimento, è meglio non restare troppo a lungo a digiuno: sì a 3 pasti e 2 spuntini al giorno.

1. Prevedere una prima colazione nutriente. Sì a yogurt e frutta, oppure a un'omelette o a un toast con pane integrale.

2. Bere molto: durante la giornata, sì ad almeno 8 bicchieri di acqua. Ottimi, poi, té verde e tisane; evitare bevande gassate, zuccherate e alcoliche.

3. Sì a due spuntini al giorno: permettono di zittire la fame.

4. Programmare le barrette a pranzo, con almeno 2 bicchieri di acqua. Sì, poi, a caffè oppure té verde o tisane senza zucchero. Concessi anche insalata verde e verdure crude.

5. A cena, puntare sulle proteine magre, i grassi buoni carboidrati favorevoli.

 

Scegliere tra tipi diversi.

Sul mercato si trova una grande varietà di barrette dietetiche, di diverse marche e con differenti proprietà nutrizionali. Tutti prodotti reperibili nei negozi di integratori alimentari per il fitness, ma anche nei supermercati, nei bar e nei distributori di snack.

 

Da non confondere con quelle per lo sport. Quali barrette preferire e, soprattutto, quali è meglio evitare? Vanno escluse le barrette energetiche altamente glucidiche, ovvero che mettono a disposizione quasi esclusivamente zuccheri.

 

Questi prodotti dietetici sono messi a punto per chi pratica un'intensa attività sportiva, ma poco adatti a chi segue una dieta dimagrante. Il rischio, in questo caso, è di accumulare peso. Occorre cercare, invece, le barrette e i biscotti sostitutivi del pasto; si trovano in vari gusti e consistenze: al cioccolato, croccanti ai cereali e farciti con la frutta.

 

Leggere bene le etichette.

Gli ingredienti indicati in etichetta sono elencati in ordine decrescente e devono essere il più possibile genuini e sani, ovvero privi di margarine e grassi idrogenati.

 

Controllare la quantità di proteine.

La ripartizione dei macronutrienti (carboidrati, grassi e proteine) è fondamentale per un efficace impiego delle barrette. In particolare, l'elemento discriminante è la quantità di proteine derivate da latte, soia o uova.

 

Per sostituire un pasto in modo bilanciato, il contenuto proteico di una barretta non dovrebbe mai scendere al di sotto del 10-12%.

 

In particolare, la dieta proposta predilige barrette proteiche a basso contenuto di carboidrati derivati da zucchero o amido, che di solito contengono carboidrati che vengono metabolizzati dall'organismo senza l'aiuto dell'insulina e assorbiti lentamente.

Dieta delle barrette sostitutive del pasto: menu settimanale

La dieta proposta qui di seguito fornisce circa 1.200 calorie al giorno e, unita a un'adeguata attività fisica, permette di smaltire fino a un paio di chili in sette giorni.

 

Menù:

Ogni mattina, al risveglio, bere un bicchiere di acqua con il succo di mezzo limone biologico.

 

1° GIORNO           

Colazione: caffè o té senza zucchero; 200 ml di yogurt bianco naturale biologico (0% grassi).       

Spuntino: frullato con acqua di cocco, 1 mela e 10 fragole.            

Pranzo: 2 barrette al cioccolato; 1 ciotola (circa 150 g) di insalata iceberg: 2 bicchieri di acqua; té verde, tisane o caffè senza zucchero a piacere.                 

Merenda: tisana al finocchio; 40 g di bresaola; 3 mandorle.          

Cena: 120 g di tagliata di manzo al pepe rosa; 300 g di funghi trifolati con aglio, prezzemolo tritato e 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva; 200 g di melanzane grigliate condite con 1 cucchiaino di olio extravergine d'oliva, sale e aceto balsamico.

 

2° GIORNO

Colazione: caffè; 160 g di ricotta; 1 frutto di stagione. Spuntino: frullato con 1 pera, 1/2 cetriolo e una fettina di zenzero fresco.

Pranzo: 2 barrette pasto sostitutivo; 2 bicchieri d'acqua 1 carota; tisana al finocchio.

Merenda: 40 g di prosciutto magro; 1 kiwi; 3 mandorle.

Cena: 150 g di orata al cartoccio con spezie o aromi; 200 g di zucchine trifolate con aglio e 1 cucchiaino di olio extravergine d'oliva; 200 g di fagiolini conditi con 1-2 cucchiaini di olio extravergine e succo di limone.

 

3° GIORNO

Colazione: caffè o té senza zucchero; omelette con 1 uovo intero, 4 albumi e 30 g di prosciutto cotto sgrassato; 200 g di melone.

Spuntino: 1 cappuccino.

Pranzo: 2 barrette pasto sostitutivo; 2 bicchieri di acqua; verdure crude con cetriolo e sedano.

Merenda: 200 ml di succo bio di mirtilli al naturale.

Cena: 60 g di riso basmati con limone e prezzemolo; 150 g di tagliata di tonno cotta in padella con sesamo, sale e succo di limone, servita con 50 g di rucola, poco sale e 1 cucchiaino di olio extravergine d'oliva.

 

4° GIORNO

Colazione: caffè senza zucchero; 125 g di yogurt bianco al naturale, con 2 cucchiai di crusca di avena e 1 kiwi a fettine.

Spuntino: centrifugato di pomodoro e sedano.

Pranzo: 2 barrette pasto sostitutivo; 2 bicchieri di acqua; 2 cetrioli al naturale.

Merenda: té verde anche freddo senza zucchero; mix di frutta a guscio con 1 noce di macadamia, 3 mandorle, 6 pistacchi e 2 nocciole.

Cena: vellutata di spinaci e carote; 2-3 costolette di agnello (135 g) al forno; 250 g di fagiolini al vapore con 2 cucchiaini di olio extravergine.

 

5° GIORNO

Colazione: caffè; 1 galletta di farro con 30 g di prosciutto sgrassato e 30 g di formaggio fresco spalmabile. Spuntino: 200 mi di frullato con 10 fragole e 112 mango.

Pranzo: 2 barrette pasto sostitutivo; 2 bicchieri di acqua; 150 g di insalata iceberg o 1 cetriolo e 1 carota al naturale.

Merenda: té o tisana alle erbe; 125 g di yogurt al caffè.

Cena: 120 g di pollo al forno; 300 g di verdure in padella con 2 cucchiaini di olio extravergine e spezie.

 

6° GIORNO

Colazione: té o caffè senza zucchero; 1 toast con 2 fette di pancarré integrale, 30 g di prosciutto cotto sgrassato e 30 g di formaggio.

Spuntino: 1 barretta snack.

Pranzo: 2 barrette pasto sostitutivo; 2 bicchieri di acqua; succo di pomodoro con limone e pepe oppure foglioline di menta o basilico.

Merenda: 200 ml di succo di frutta biologica senza zucchero aggiunto.

Cena: 150 g di trota salmonata; 150 g di broccoletti di Bruxelles al vapore conditi con sale,

1 cucchiaino di olio e succo di limone; insalata mista con 300 g di verdure, tra ravanelli e finocchi, condita con 2 cucchiaini di olio extravergine, sale e limone.

 

7° GIORNO

Colazione: té o caffè; 250 g di macedonia di frutta di stagione con 2 noci a pezzetti e succo di limone. Spuntino: 125 g di yogurt magro alla vaniglia.

Pranzo: 2 barrette; 2 bicchieri di acqua; 2 cetrioli al naturale.

Merenda: 1 biscotto snack bilanciato ai mirtilli; 2 bicchieri di acqua.

Cena: 40 g di bresaola con limone, rucola e scaglie di parmigiano; 100 g di filetto al pepe; 250 g di fagiolini con 2 cucchiaini di olio extravergine, sale e aceto.

 

Alla sera, prima di coricarsi, sorseggiare una tisana con melissa e valeriana.

 

Scegliere con cura le barrette accertandosi che siano sostitutive di un pasto: leggere con attenzione l'etichetta nutrizionale e preferire prodotti ben bilanciati, con ingredienti di buona qualità.


Scrivi commento

Commenti: 0