Aceto di mele: proprietà e benefici

Versatile in cucina, più delicato nel gusto del classico aceto di vino, e ricco di sostanze nutritive, ecco perché scegliere l'aceto di mele. L'alimento "vitale" che ci rende più belli.


Aceto di mele
Aceto di mele

Avete bisogno di un amico che vi aiuti a cucinare meglio e a essere più belli?

 

Lo troverete in una bottiglia: si tratta dell'aceto di mele, un prodotto naturale dalle mille virtù.

 

Questo derivato del succo di mele fermentato è prima di tutto un condimento gradevole e benefico,  che fornisce minerali preziosi, aiuta la flora batterica e riequilibra le funzioni intestinali.

 

Inoltre rende lucidi i capelli e bella la pelle.

 

Proprietà nutrizionali e benefici dell’aceto di mele.

È l'elevato contenuto di potassio, oltre agli altri minerali presenti (calcio, fosforo, magnesio, zolfo, ferro e rame), che rende l'aceto di mele particolarmente benefico.

 

Il potassio, infatti, mantiene la pelle giovane e la muscolatura tonica e garantisce il buon funzionamento delle cellule nervose cerebrali.

 

Inoltre allontana la stanchezza. Condire l'insalata con due cucchiaini aceto di mele aiuta quindi a farne scorta. Tra l'altro l’aceto di mele contiene vitamine, in particolare A e C.

 

L'aceto di mele è anche un alimento vitale: i batteri responsabili dell'acetificazione (detti Acetobacter) rimangono infatti vivi, e arricchiscono la flora batterica intestinale.

 

Si riducono così i batteri putrefattivi e viene favorito lo sviluppo dei batteri buoni, migliorando disturbi quali il meteorismo e la stitichezza, mentre la pelle viene depurata dal imperfezioni.

 

Inoltre, l'aceto di mele favorisce anche il buon funzionamento del sistema gastrointestinale, perché migliora la produzione degli enzimi digestivi, aiutando in caso di gonfiori addominali e problemi di digestione.

 

L’aceto di mele per dimagrire?

È utile anche a chi vuole dimagrire, in quanto stimola il metabolismo e attenua il desiderio di cibi dolci.

 

Quale aceto di mele acquistare?

Quando si acquista l'aceto di mele va verificato innanzitutto che sia prodotto con mele intere e non a partire dalle bucce o dagli scarti di qualche precedente lavorazione.

L'ideale è sceglierlo di produzione biologica.

 

È inoltre fondamentale che l'aceto di mele non sia stato pastorizzato come succede con i prodotti di bassa qualità. In caso contrario non contiene più fermenti vivi e anche il suo contenuto nutrizionale si riduce.

 

Un altro accorgimento è quello di acquistare l'aceto di mele in bottiglie in vetro, meglio se scuro e con un tappo a chiusura ermetica, preferibilmente a vite, per evitare che si ossidi.

È anche utile sapere che un buon aceto di mele non è limpido.

 

O almeno, dovrebbe diventare torbido quando si scuote la bottiglia e le sostanze depositate sul fondo (dovute alla presenza di Acetobacter vivi) si rimescolano.

 

L'aceto di mele, una volta aperto, può presentare talvolta una formazione di filamenti gelatinosi. Ciò non indica che il prodotto è rovinato ma, al contrario, significa che è "vivo". Infatti l'Acetobacter, in presenza di ossigeno e di temperatura piuttosto elevata, tende a riformare la cosiddetta "madre dell'aceto".

 

I tanti usi dell'aceto di mele.

Per insaporire: l'aceto di mele esalta il gusto del cibi senza coprirlo, al contrario di molti aceti di vino.

 

Per conservare: deliziose conserve solfacelo possono essere preparate sostituendo l'aceto di vino con quello di mele; i sottaceti saranno più delicati, meno agri e più digeribili.

 

Bevande dissetanti alcuna gocce di aceto di mele nell'acqua rendono la bevanda dissetante, placano l'arsura meglio di tante bibite, e aiutano a evitare quelle gassate e zuccherine.

 

Poteri disinfettanti: molti microrganismi patogeni non resistono all'acidità; ecco perché l'aceto si usa per le conserve, e condire l'insalata con l'aceto di mele, oltre a migliorarne il gusto, la rende anche più sicura.

Ketchup fatto in casa con con l’aceto di mele.

Sponsorizzato

Ketchup fatto in casa con aceto di mele
Ketchup fatto in casa con aceto di mele

Il ketchup fatto in casa con ingredienti scelti, genuini e sani, ci consente di aggiungere un tocco di sapore e di colore alla tavola evitando di dover ricorrere a prodotti industriali spesso preparati con semilavorati a base di pomodoro di dubbia origine (frequentemente sono cinesi), edulcoranti artificiali, conservanti, esaltatori di sapidità e coloranti. Nel caso della nostra ricetta, poi, c'è anche il valore aggiunto del nostro "amico" aceto di mele!

INGREDIENTI PER UN BARATTOLO DA 400 ML CIRCA:

 

350 g di passata di pomodoro fresco.

1 g di paprica in polvere.

15 g di amido di mais.

75 ml di olio extravergine d'oliva.

30 ml di sciroppo d'agave.

1 g di zenzero in polvere.

150 g di cipolle.

70 ml di aceto di mele.

Sale.

 

Procedimento.

Tritate finemente la cipolla. In una padella scaldate l'olio, aggiungete la cipolla e fatela imbiondire.

 

Unite a questo punto la passata di pomodoro, la paprica e lo zenzero.

 

Aggiungete l'amido di mais, poi l'aceto di mele, incorporandolo poco per volta.

 

Unite lo sciroppo d'agave e un pizzico di sale, e continuate a cuocere a fuoco moderato per circa 1 ora e mezza.

 

Trascorso questo tempo, fate raffreddare e frullate il composto con un frullatore a immersione fino a ottenere una salsa liscia e vellutata.

 

Il ketchup con l'aceto di mele si può conservare in frigorifero, in un contenitore di vetro ben sterilizzato, per una settimana al massimo.

 

Sponsorizzato

Scrivi commento

Commenti: 0