Cistite: i rimedi naturali

Le piante medicinali sono una valida soluzione per ridurre la frequenza delle infiammazioni e contrastare dolore e bruciori della cistite. Per alcune donne la cistite è un fastidio sporadico, per altre è un disagio che si ripresenta spesso.


Cistite: prevenzione, i rimedi naturali
Cistite

I sintomi della cistite non sono difficili da riconoscere: intenso bruciore, bisogno impellente di urinare, dolore, sensazione di pesantezza al basso ventre.

 

La terapia tradizionale prevede gli antibiotici ma anche la medicina dolce e in particolare la fitoterapia offrono molti rimedi efficaci e veloci, che danno sollievo subito, combattono l'infezione e aiutano a prevenire le ricadute.

 

Si possono assumere singolarmente o associarne al massimo un paio. In questo caso i tempi previsti per il trattamento restano gli stessi ma le dosi vanno dimezzate.

 

La cistite è un'infiammazione della parete della vescica, causato dal batterio Escherichia-coli e può essere favorita da un indebolimento del sistema immunitario e dallo stress.

 

L'uretra e la vescica sono normalmente sterili per l'alta capacità di questi tessuti di auto-proteggersi, ma quando sono colpite dai batteri. La zona diventa irritata e infiammata.

 

La cistite è la più diffusa delle infezioni minori delle vie urinarie e colpisce persone di entrambi i sessi e tutte le età, pur essendo più comune tra le donne rispetto agli uomini, in un rapporto di tre a uno.

 

Questo accade per la particolare conformazione dell'apparato genitale femminile: la vicinanza di intestino e vie urinarie facilita, infatti, il passaggio e lo scambio dei batteri dall'ano alla vescica e viceversa.

 

Errori nell'igiene, la stitichezza, alcuni condizioni come gravidanza e menopausa possono aumentare il rischio di contrarre il disturbo.

 

Fattori di rischio sono poi il sovrappeso e la tendenza al diabete. Anche una dieta troppo ricca di proteine e povera di vitamine, in particolare B6, sali minerali, tende a indebolire le mucose, aumentando la probabilità di infezioni.

Cistite: i rimedi naturali svolgono un’efficace azione preventiva

Tintura madre di mais per favorire la diuresi.

Uno dei rimedi naturali più utilizzati contro la cistite è la tintura madre di barba di mais che ha un elevato potere diuretico.

 

Questo prodotto è anche ricchissimo di sali di potassio che, oltre a favorire l'eliminazione dei liquidi, hanno una specifica azione disinfettante sulle mucose.

 

Attraverso l'azione diuretica delicata, che non provoca cali di energia, la vescica elimina naturalmente i batteri. La tintura madre si può acquistare in farmacia ed erboristeria.

 

SE NE PRENDONO 50 GOCCE IN UN BICCHIERE D'ACQUA 3 volte al giorno dopo i pasti, fino alla scomparsa del disturbo. Una volta spariti i sintomi è necessario continuare per un mese con una sola dose dopo colazione, perché la cistite ha un'alta probabilità di recidiva.

 

Semi di pompelmo contro le infezioni.

Il pompelmo come frutto è da sempre considerato un valido aiuto per il sistema immunitario ma ancora più sorprendente è l'azione dei semi il cui estratto è un potente antimicrobico, antimicotico, antivirale, utile per la prevenzione e il trattamento delle infezioni.

 

Ha il vantaggio di agire molto velocemente per cui è molto adatto quando il dolore e il bruciore sono intensi. Si trova in farmacia ed erboristeria.

 

SE NE PRENDE UNA COMPRESSA DOPO IL PASTO, sino a scomparsa dei sintomi, proseguendo poi per un'altra settimana con la stessa dose.

 

Gemme di mirtillo rosso.

Le gemme e i tessuti embrionali del mirtillo rosso macerate in acqua e glicerina sono un concentrato di antocianine, sostanze in grado di inibire l'attività degli enzimi che distruggono il collagene e i tessuti elastici dei capillari e della vescica provocando fragilità e aumentando i rischi di infezioni delle vie urinarie.

 

Per questo il gemmoderivato è utile soprattutto in chi soffre di cistite in maniera cronica. La mirtillina ha anche un'efficace azione disinfettante. Si trova in erboristeria e farmacia.

 

COME PREVENZIONE SE NE PRENDONO 30 GOCCE IN UN BICCHIERE D'ACQUA LA MATTINA A DIGIUNO, con cicli di cura di 3 mesi con un mese di stop. Se c'è già infezione, ai primi sintomi assumere 50 gocce sempre in un bicchiere d'acqua prima dei 3 pasti principali, proseguendo sino a risoluzione del problema.

 

Tisana di uva ursina analgesica.

La tisana di uva ursina ha una veloce azione antiprurito e antidolorifica grazie a due sostanze, l'arbutina e la metilarbutina attive in maniera specifica proprio sulla vescica e sull'uretra. Si trova in farmacia ed erboristeria.

 

SI PREPARA METTENDONE UN CUCCHIAIO IN 200 ML D'ACQUA BOLLENTE.

Si spegne e si lascia in infusione per 3 minuti. Si filtra e si dolcifica, meglio se con miele di eucalipto che ne aumenta l'efficacia.

 

Se ne prendono 3 tazze al giorno, lontano dai pasti, fino alla scomparsa dei sintomi. Come cura protettiva, si può utilizzare la tisana di uva ursina anche quotidianamente, una volta il giorno, per sei mesi con un mese di stop.

 

Olio essenziale di cipresso.

Ricavato dalle pregiate sommità del cipresso è un rimedio molto efficace per contrastare le infezioni urinarie.

 

È fondamentale che l'olio essenziale sia al 100% per poterlo utilizzare sia internamente che esternamente. È un concentrato vivo e aromatico di sostanze disinfettanti, tra cui il prezioso sabinolo.

Si trova in farmacia e in erboristeria.

 

SI UTILIZZA PER VIA INTERNA PRENDENDONE UNA GOCCIA MESCOLATA a un cucchiaino di zucchero integrale o miele, tre volte al giorno dopo i pasti.

 

Si può usare anche per via esterna quando l'infiammazione è forte. In questo caso si aggiungono 2 gocce alla normale dose di detergente intimo, da usare una volta al giorno.

 

La cura con l'olio essenziale di cipresso non deve mai prolungarsi oltre una settimana.

  Omeopatia e oligoterapia per prevenire la cistite

Accanto alla fitoterapia anche le altre cure dolci, omeopatia e oligoterapia, si possono utilizzare soprattutto per prevenire le infezioni ricorrenti della cistite, rinforzando il sistema immunitario.

 

L'OMEOPATIA.

L'Arsenicum è uno dei rimedi omeopatici più efficaci per contrastare i bruciori della cistite. E utilizzato nella formulazione 4 CH (in farmacia). Come cura preventiva se ne prendono 3 granuli, da sciogliere sotto la lingua, una volta al giorno per un anno intero.

 

L'OLIGOTERAPIA.

L'oligoterapia utilizza oligoelementi in traccia, da acquistare in fiale. Associata spesso alle cure omeopatiche, l'oligoterapia è in assoluto il rimedio naturale con minori interferenze rispetto ai farmaci tradizionali.

 

Per la cistite è consigliato il rimedio Rame-Oro-Argento (in farmacia ed erboristerie specializzate) nella dose di una fiala sotto la lingua, la mattina a digiuno per un mese, anche quando i disturbi sono cessati.

Questo complesso ha una specifica azione antibatterica e rinforza il sistema di difesa dell'organismo.

 


Scrivi commento

Commenti: 0