Gambe,caviglie e piedi gonfi:cosa fare?

Rimedi naturali e consigli alimentari per sgonfiare gambe e piedi stanchi e doloranti.

Le cause dei gonfiori a gambe, caviglie e piedi possono dipendere da tanti fattori, come il sovrappeso, restare in piedi o fermi nello stesso posto per molto tempo. 

Gambe, caviglie e piedi gonfi: rimedi naturali
Gambe, caviglie e piedi gonfi

Anche il consumo di certi farmaci (tra cui estrogeni o testosterone, antidepressivi, quelli che regolano la pressione sanguigna, steroidi e anti-infiammatori FANS), le variazioni fisiologiche durante la gravidanza, un'insufficienza venosa o anche il malfunzionamento di un organo (cuore, fegato o rene).


Per questo, è bene rivolgersi al medico, in modo da diagnosticare adeguatamente le cause.


Fortunatamente, nei casi meno gravi (la stragrande maggioranza), la situazione si può risolvere con metodi dolci.


I rimedi naturali.

L'aggiunta di alcuni oli essenziali all'olio da massaggio o all'acqua del bagno è molto utile.


La camomilla e la lavanda hanno un'azione antinfiammatoria, l'eucalipto riduce il gonfiore e il dolore, la menta piperita aiuta a raffreddare i piedi.


Oppure, si possono alternare immersioni delle parti interessate in acqua fredda e calda.


L'abbigliamento giusto.

È da limitare l'uso dei pantaloni o leggings troppo stretti, che comprimono i vasi sanguigni.


Le scarpe con tacco troppo alto o troppo strette aggravano il problema. Molto utili invece sono le calze compressive (dispositivi medici che agiscono ben diversamente dai tessuti elasticizzati dei vestiti), che, attraverso una specifica compressione graduata, favoriscono il lavoro delle vene e aiutano anche a prevenire l'insorgenza delle vene varicose.


Sarà il medico a stabilire, a seconda dei casi, se è meglio usare un gambaletto o la calza intera.


Esercizio fisico e postura.

li nuoto può essere un'ottima soluzione, come camminare nell'acqua bassa. È utile anche tenere i piedi sollevati sopra la testa (come spesso si fa nello yoga). Cercate di tenere le gambe sollevate anche da seduti o da sdraiati, durante la notte (magari mettendo un cuscino sotto al materasso).

Dieta e tisane per gambe,caviglie e piedi gonfi

È importante adottare una dieta sana, ricca di fibre (che aiutano a evitare la stipsi, capace di ostacolare il giusto deflusso del sangue dagli arti inferiori), vitamina C (che protegge i capillari e i vasi sanguigni) e limitare l'utilizzo del sale.


Quest'ultimo, infatti, può causare ritenzione idrica se consumato in quantità eccessive. Andrebbe ridotto anche consumo di caffeina.


Tisana per i gonfiori delle gambe e delle caviglie.

Gli edemi e i gonfiori delle gambe sono dovuti a cattiva circolazione e a ristagno di liquido nei tessuti causato da un imperfetto funzionamento dell'apparato renale. Potete eliminare questo disturbo fastidioso e brutto facendo una buona cura a base di tisane diuretiche che, stimolando l'attività renale, facilitano l'eliminazione dei liquidi.


Una buona tisana per chi soffre di questo inconveniente è quella di salvia: prendete due cucchiai di foglie e fiori secchi in 1/2 litro d'acqua a bollore. Lasciate in infusione per dieci minuti e filtrate (due tazze al giorno, una al mattino e una al pomeriggio).


Regala leggerezza alle tue gambe con questa tisana:

Ingredienti:

40 g di fiori di elicriso

20 g di foglie di tiglio

20 g di foglie di betulla

una presa di scorzette di limone.

Preparazione e modo d'uso:

Il mix di fiori e foglie consigliato è efficace per favorire il drenaggio dei liquidi stagnanti. Versa un cucchiaino o due della miscela in una tazza di acqua bollente. Lascia in infusione una decina di minuti, quindi filtra e bevi.

La dose consigliata:

Questa tisana, bevuta tre o quattro volte il giorno, aiuta a contrastare la ritenzione idrica, sgonfiando piedi e caviglie, e migliora la funzionalità del fegato e dei reni, stimolando anche il metabolismo e favorendo l'eliminazione delle tossine.


L'importanza della tisana serale.

La tisana serale ha diversi effetti positivi per chi vuole drenarsi: in primo luogo l'assunzione di acqua calda, oltre a rendere più disponibili i principi attivi delle erbe depurative, ha un effetto confortante e anti-fame, evita gli attacchi di fame notturna e predispone le mucose intestinali all'espulsione mattutina delle scorie.

Quando è fondamentale andare dal medico

Se il gonfiore agli arti inferiori è presente in concomitanza a una patologia del cuore o dei reni (sia cronica che acuta).


Se le aree gonfie sono calde al tatto o di colore rosso.


Se c'è febbre.


Se si verifica gonfiore improvviso o grave durante la gravidanza.


Se si hanno problemi di debolezza, respirazione e affanno.


Se i rimedi domestici per il gonfiore non hanno avuto alcun effetto.



Scrivi commento

Commenti: 0