Curcuma contro diabete e obesità

Spezia, colorante e cosmetico, la curcuma, originaria dell’Asia sudorientale, è nota alla medicina ayurvedica per le sue proprietà anticancerogene, antinfiammatorie, antinfettive e antiossidanti dovute al suo principio attivo, la "curcumina."

Curcuma: proprietà e benefici
Curcuma

La curcuma è un'arma contro diabete e obesità.

Aggiungere curcumina a un regime dietetico corretto migliora dal 20 al 40% i valori di alcuni parametri ematici associati a diabete e obesità, come emoglobina glicata, trigliceridi, colesterolo e intereluchina 6.

 

A dimostrarlo sono i primi risultati di uno studio italiano illustrato all'Expo da Rolando Alessio Bolognino, docente del master in Scienze della Nutrizione e Dietetica Clinica dell'Università La Sapienza di Roma e responsabile del servizio Nutrizione Preventiva del Presidio Prevenzione Oncologica SIRP.

 

Partendo dalla correlazione tra infiammazione, obesità e diabete, lo studio ha coinvolto 200 pazienti obesi affetti da diabete di tipo 2. Alla metà dei partecipanti, oltre a una specifica dieta, sono state somministrate 4 volte al giorno 4 capsule contenenti ognuna 300 mg di curcumina, unita al 5% di piperina, molecola attiva del pepe nero, che aumenta la potenza della curcumina.

 

All'altra metà sono state invece proposte la dieta e altre sostanze inattive come placebo.

 

A distanza di un anno, la Proteina C Reattiva, elevata in presenza d'infiammazione, era scesa del -36% a fronte del -31% di chi è stato solo a dieta.

 

L'emoglobina glicata, che evidenzia iperglicemia, si attesta al -28,2% rispetto al -23% del gruppo di controllo, l'Interleuchina 6, rilasciata durante l'infiammazione cronica e nota per stimolare proliferazione di cellule tumorali, -26,1% rispetto al -19% e il colesterolo del -21,5% rispetto al -18% del secondo gruppo.

 

300 mg è la dose di curcumina somministrata alla metà dei partecipanti allo studio.

 


Scrivi commento

Commenti: 0