Dieta per la glicemia alta

La tua glicemia è alta. Scopri perché e cosa fare per mantenerla regolare. Non sempre alti valori di zuccheri nel sangue indicano il diabete, ma è una situazione comunque da controllare e riportare nella norma. Ecco perché...

Dieta per glicemia alta: cosa fare per mantenerla regolare
Iperglicemia

Come interpretare i valori di glicemia nel sangue.

La glicemia alta, o iperglicemia, si presenta quando la concentrazione di giù (zuccheri) nel sangue aumenta, superando i valori ritenuti nella norma.


In genere si collega al diabete, ma in realtà non sempre è correlata a questa malattia. Stress, malattie della tiroide e alcuni farmaci come i betabloccanti possono infatti scatenarla.


I valori di riferimento per capire se la glicemia è troppo alta sono 110-126 mg/dl di sangue la mattina a digiuno. Se si supera il valore limite di 126 mg/dl si è senza dubbio a rischio di diabete. Anche livelli immediatamente inferiori (110-126) indicano comunque una condizione da tenere sotto controllo. In questi casi il medico prescriverà due esami per il controllo della glicemia: la curva di carico glicemico e la curva insulinica.


Con la curva di carico glicemico si valutano i livelli di zuccheri nel sangue a digiuno e dopo un pasto. Se la glicemia, dopo 2 ore dall'aver mangiato, supera i 200 mg/dl la persona è diabetica; se è compresa tra i 140 e i 200 mg/dl di sangue la diagnosi sarà di glicemia alta a digiuno, una condizione da tenere sotto controllo, che favorisce il sovrappeso e la formazione di grasso addominale. La curva insulinica, invece, valuta il funzionamento del pancreas, la ghiandola che produce l'insulina, l'ormone che ha il compito di ridurre i livelli di zuccheri nel sangue quando questi sono troppo alti.

 

In caso di glicemia alta cosa mangiare? Suggerimenti a tavola.


Alimenti vietati.

Cibi troppo dolci, come creme, torte, gelati, biscotti ecc., ma anche bibite e bevande in genere zuccherate; cereali e derivati (pane, pasta ecc.) raffinati (privati della crusca), i cui zuccheri arrivano rapidamente nel sangue con lo stesso effetto dei dolci; alcolici (fatta eccezione per mezzo bicchiere di vino ai pasti); alimenti troppo grassi come alcuni formaggi e salumi, il fastfood ecc.


Alimenti consentiti.

Cereali e derivati (pane, pasta, riso, farine ecc.) integrali; carni magre, pesce (in questo caso il pesce grasso è consentito e aiuta anche a prevenire il disturbo); verdura e frutta fresche e di stagione; legumi; patate (in padella, al forno, lessate e mangiate con la buccia); tofu, bistecca di soia, tempeh, seitan; stevia (da usare al posto dello zucchero).

Glicemia alta: dieta consigliata

Con cereali integrali e verdure, da abbinare a proteine e grassi buoni, questo schema per i cinque pasti quotidiani può essere usato per prevenire il diabete.


1° GIORNO. Menù quotidiano per la prevenzione della glicemia alta.

COLAZIONE

1 tazza di caffè d'orzo e latte magro, 3 fette biscottate integrali con 3 cucchiaini di marmellata senza zucchero, 1100 g di fragole, 4 mandorle.

SPUNTINI

1 mela bio con la buccia e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale.

PRANZO

1 porzione di riso integrale con tacchino, 250 g di pomodori tagliati a tacchetti e conditi con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva, 1 pizzico di sale marino integrale e 1 presa di curcuma.

CENA

1 porzione di lenticchie profumate, 250 g di peperoni tagliati a tocchetti e passati in padella con un filo d'olio,  50 g di pane integrale.


2 GIORNO. Menù ricco di zinco anti-iperglicemia.

Con pane integrale, formaggio grana ed erbe aromatiche ricche del minerale che contribuisce al buon funzionamene del pancreas e al controllo degli zuccheri nel sangue.

COLAZIONE

1 tazza di caffè d'orzo e latte magro; 60 g di pane integrale con 3 cucchiaini di marmellata senza zucchero; 1 mela bio con la buccia; 4 mandorle.

SPUNTINI

4 albicocche e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale.

PRANZO

1 porzione di risotto al grana; Insalata di songino e pomodori condita con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva e 1 pizzico di sale marino integrale.

CENA

1 porzione di gamberetti e piselli, 200 g di carote cotte al vapore condite con un filo d'olio e 1 pizzico di sale; 50 g di pane integrale.


3° GIORNO. Menu gustoso a basso carico glicemico.

Con pasta integrale del tipo spaghetti (a basso indice glicemico) e pesce ricco di Omega 3, ecco un esempio di stile alimentare utile anche per eliminare il grasso superfluo.

COLAZIONE

1 tazza di té verde; 4 biscotti secchi integrali; 1 yogurt magro naturale; 20 ciliegie o 1 mela bio con la buccia; 4 mandorle.

SPUNTINI

1 pera e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale; 1 tazza di té verde (sia a metà mattina che a metà pomeriggio).

PRANZO

1 porzione di spaghetti al pomodoro e acciughe; 120 g di salmone alla piastra; 100 g di lattuga con 1 piccolo ce­triolo affettato conditi con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva, succo di limone e 1 presa di pepe.

CENA

1 porzione di palamita alla mediterranea; 200 g di spinaci (anche surgelati) lessati e passati in padella con un filo d'olio; 50 g di pane integrale.


4° GIORNO. Menu equilibrato per evitare picchi glicemici.

Cinque pasti bilanciati e gustosi che forniscono tutte le sostanze giuste per la prevenzione di iperglicemia, diabete, sovrappesi e ipercolesterolemia.

COLAZIONE

1 tazza di té verde; 4 biscotti secchi integrali; 1 yogurt magro naturale; 20 ciliegie o 1 mela; 4 mandorle.

SPUNTINI

1 mela bio con la buccia e 4 mandorle oppure 1 yogurt magro naturale.

PRANZO

1 porzione di orzotto con ceci e pomodori; 250 g di zucchine saltate in padella con 2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva e 1 pizzico di sale marino integrale.

CENA

1 porzione di insalata di pollo e rucola; 200 g di peperoni saltati in padella con cucchiaini di olio e poco sale; 50 g di pane integrale.


Il consiglio del nutrizionista. Per favorire il controllo degli zuccheri è utile bere acqua in abbondanza, almeno 8 bicchieri al giorno, per contribuire a diluirne la concentrazione nel sangue.

Gli integratori utili in presenza di iperglicemia

CAFFÈ VERDE PER ASSORBIRE MENO ZUCCHERI.

Regolarizza la glicemia nel sangue e aiuta a dimagrire.

Gli acidi clorogenici presenti nel caffè verde, oltre a essere efficaci antiossidanti, sono pure utili nella riduzione del peso corporeo e nella regolarizzazione dei livelli degli zuccheri nel sangue. La ricerca ha dimostrato che l'assunzione degli estratti di caffè verde prima dei pasti riduce l'assorbimento degli zuccheri e quindi la glicemia nel sangue. Si consiglia di assumere 1 compressa di caffè verde prima di pranzo e una prima di cena.

 

ACIDO LIPOICO E OMEGA 3 ANTI-DIABETE.

Sono entrambi utili per la prevenzione del diabete e si possono assumere anche se si è già diabetici e si prendono farmaci (sempre chiedendo prima il parere del medico!). L'acido lipoico protegge il pancreas e regola la produzione di insulina. Gli Omega 3 contribuiscono invece a ridurre il rischio cardiovascolare indotto dall'iperglicemia e dal diabete. Assumere 1 compressa di acido lipoico e 1 perla di Omega 3 al giorno, con abbondante acqua, anche mangiando.

 

Il consiglio del Naturopata.

 

DUE RIMEDI IPOGLICEMIZZANTI MOLTO EFFICACI.

Uno dei principi attivi della galega (Galega officinalìs), la galegina, conferisce alla pianta proprietà ipoglicemizzanti, grazie anche alla presenza dei sali di cromo che, come è noto, riducono gli zuccheri nel sangue.

 

La galega è anche utile per depurare fegato e reni. Se ne prendono 20 gocce di tintura madre per 3 volte al giorno, in poca acqua, per 2-3 mesi, sospendendo poi 1 mese e riprendendo per altri 2 o 3 mesi. La galega è più efficace se assunta insieme al macerato glicerico di Morus nigra, usato in caso di intolleranza agli zuccheri e ipoglicemizzante: 50 gocce in poca acqua 15 minuti prima di colazione.


Articoli correlati:


Dieta per diabete tipo 2


Sindrome metabolica

 


Scrivi commento

Commenti: 0