La pesca, il frutto perfetto per l'estate

Dolce e succosa, la pesca è un vero toccasana contro la calura. E in più fornisce anche poche calorie. Praticamente, il frutto perfetto per l'estate.

Pesca, il frutto perfetto per l'estate
Pesche

La pesca è originaria della Cina, fu portata in Europa in tempi antichi dalla Persia da Alessandro Magno.


Nel nostro paese viene coltivata intensamente anche per l'esportazione e si trova sul mercato per tutto il periodo estivo.


Ricca d'acqua, ma di sapore non eccessivamente dolce, è per questo molto dissetante.


Se potete, non sbucciatela perché le vitamine di cui è ricca la pesca si trovano soprattutto nella buccia.


Che cosa contengono le pesche.

Molta acqua, che è pari all'85% della composizione totale. Forniscono poi anche molta fibra e una discreta quantità di potassio. Sono in più vere alleate della linea, perché hanno un atto potere saziante, ma poche calorie.


Le varietà di pesche.

Molte le varietà di pesche in commercio, ma sono tutte riconducibili a tre grandi categorie: le pesche comuni, le pesche noci e le percoche. La differenza tra la pesca comune e la pesca noce sta nella buccia che, nella prima, è tipicamente lanuginosa; entrambe possono avere poi la polpa di colore bianco o giallo a seconda della varietà.


Appartengono alla prima categoria varietà come la Fiore di Maggio, la Iris Rosso e la Maria Bianca, mentre alla seconda la Flavorcrest, la Maycrest e la Springcrest.


Differenti sono invece le percoche: sono meno succose delle precedenti, ma molto consistenti e sode e di sapore più dolce.


Tutte le varietà di pesche vengono poi ulteriormente divise fra quelle chiamate "spiccagnole", e cioè con il nocciolo poco aderente alla polpa, e le "duracine", quando è molto attaccato.


Oltre che fresche, le pesche vengono utilizzate dall'industria conserviera per la pre­parazione di confetture e gelatine e per aromatizzare yogurt e dessert.


L’acquisto.

Si tratta di un frutto che continua a maturare anche una volta staccato dalla pianta: regolatevi dunque al momento dell'acquisto. Per farlo maturare, tenetelo a temperatura ambiente in un cestino di vimini, in modo da far circolare l'aria, o in sacchetti di carta.


Se fosse già maturo, conservatelo allora in frigo. Tenete sempre presente però che con il passare del tempo perdono in succosità e consistenza.


Come gustare le pesche.

Ottime al naturale, si utilizzano per confetture e gelatine casalinghe e per la preparazione di dolci e dessert golosissimi.


Ottime anche le pesche immerse nel vino, con spezie come cannella e chiodi di garofano, e leggermente zuccherate. 



Scrivi commento

Commenti: 0