Seitan fatto in casa, ricetta facile

Originario del Giappone, il seitan (il cui nome significa letteralmente "è proteina") è ricavato dal glutine di grano tenero, ed è molto ricco di proteine vegetali (18%) e al tempo stesso è povero di grassi (1,5%). Il seitan è un buon sostituto della carne nelle diete vegetariane e vegane, ed essendo ipocalorico (circa 120 kcal per etto) e povero di colesterolo, un suo uso più volte alla settimana può essere valido anche per chi vuole semplicemente ridurre il consumo di carne nella dieta. Attenzione: contiene glutine, e quindi non è adatto ai celiaci.

Ricetta facile per preparare il Seitan in casa
Seitan, la carne NON carne

Ingredienti per un panetto di circa 500 grammi.

800 grammi di farina manitoba

200 grammi di farina 00

800 ml di acqua a temperatura ambiente.


Per il brodo di cottura:

2 litri di acqua

2 spicchi d'aglio

foglio dì alga kombu opzionale)

2 carote

1/2 cipolla

1 costa di sedano

Rosmarino

Alloro

Timo

Pepe nero in grani

Salsa di soia.


La farina manitoba è una farina di grano tenero molto "forte", cioè povera di amidi e ricca di glutine,

e quindi molto adatta per la preparazione di pane e pizza, e, nel nostro caso anche del seitan. Si chiama così dal nome della sua zona d'origine, una vasta regione del Canada.

Preparazione del seitan fatto in casa

In una ciotola capiente setacciate le due farine e incorporate lentamente l'ac­qua.


Lavorate energicamente l'impasto per 10-15 minuti, sino a ottenere un composto liscio ed elastico.


Formate una palla, riponete l'impasto nella ciotola e lasciatelo riposare per 1-2 ore.


Ponete l'impasto in uno scolapasta, immergetelo in una ciotola capiente di acqua fredda e lavoratelo leggermente per 10 minuti, poi lavate il tutto, strizzando l'impasto sotto acqua corrente.


Ripetete da capo il procedimento, alternando acqua fresca e calda, fin quando l'acqua che uscirà dal lavaggio non sarà limpida.


Portate a bollore 2 litri d'acqua con gli spicchi d'aglio, l'alga kombu, le carote, la mezza cipolla, il sedano, il rosmarino, l'alloro, il timo, qualche grano di pepe e la salsa di soia.


Strizzate l'impasto, mettetelo in un canovaccio di cotone e chiudetelo a caramella.


Immergetelo nel brodo, cuocendo a fuoco lento per un'ora.

Idee per consumare il seitan

Ragù di seitan: mettete in padella un trito di carote e cipolla con un filo d'olio, e lasciate cuocere per una decina di minuti. Aggiungete il seitan sminuzzata fate rosolare e unite della salsa di pomodoro.

 

Pochi minuti di ulteriore cottura e il ragù è pronto!

 

Alla piastra semplicissimo e buono, basta farlo a fette e cuocerlo su una piastra o padella antiaderente ben calda, conditelo con salsa di soia e semi di sesamo.

 

Spezzatino di seitan: preparate una salsa scottando in pentola per 10 minuti delle arachidi tostate, due chiodi di garofano e un po' di cumino e pepe rosa, che poi frullerete con aglio, cipolla e pomodoro.

 

Fate cuocere il tutto per 15 minuti, condite il composto con olio e sale e poi aggiungete del seitan a cubetti, facendo cuocere per un altro quarto d'ora prima di servire.

 

Il seitan si conserva per 4-5 giorni in frigorifero all'interno del suo brodo di cottura precedentemente filtrato.


Articoli correlati:


Dieta Vegana


Dieta vegetariana 



Scrivi commento

Commenti: 0