Bresaola: valori nutrizionali

La bresaola è un tipico salume  della  Valtellina, di origini antichissime, ottenuto salando ed essiccando filetti di manzo fino a stagionatura. Durante l'intero processo di lavorazione si instaurano fenomeni naturali in grado di rendere la carne più appetibile e digeribile, permettendo al tempo stesso di conservarla a lungo.

Bresaola valori nutrizionali e calorie
Bresaola

La bresaola deve essere di un rosso scuro e uniforme, al massimo con qualche sottilissima striatura di grasso. Per gustarla al meglio, deve essere affettata sottile (massimo 1,5 mm), e masticata lentamente, a piccoli bocconi.


Alla masticazione non deve risultare gommosa né fibrosa, ma tenerissima, e deve avere un sapore vagamente speziato di carne stagionata.

 

La sua ricchezza in proteine, ferro, magnesio e potassio la rende uno degli insaccati più salutari e adatti alle diete ipocaloriche, anche se da consumare con moderazione per il contenuto di sale.


La bresaola  è magra e nutriente, ma occhio al sodio!


Proprietà nutrizionali della bresaola

La bresaola deve essere di un rosso scuro e uniforme, al massimo con qualche sottilissima striatura di grasso.


Per gustarla al meglio, deve essere affettata sottile (massimo 1,5 mm), e masticata lentamente, a piccoli bocconi. Alla masticazione non deve risultare gommosa né fibrosa, ma tenerissima, e deve avere un sapore vagamente speziato di carne stagionata.


La bresaola è un salume molto nutriente, povero di grassi e ricco di proteine facilmente assimilabili (le cosiddette "proteine nobili"). 100 g di bresaola contengono 20% del fabbisogno giornaliero dì ferro, oltre a un buon quantitativo di potassio (630 mg) e magnesio (26 g).


Non mancano le vite del gruppo B. Rispetto ad altri insaccati, come prosciutto cotto o crudo, offre meno calorie 151 kcal per etto contro le 268 del crudo e 215 del cotto) e una quota proteica maggiore (32 grammi contro 25,5 per il crudo e 20 circa per il cotto).


Questo la rende molto adeguata sia all'alimentazione degli sportivi che a chi segue una dieta dimagrante.


Attenzione però al contenuto di sodio, sebbene in quantità minori che nel prosciutto crudo, è comunque molto elevato.


Dovrebbero evitarla le persone affette da ipertensione, e in ogni caso è bene consumarla con moderazione.

Acquisto e conservazione della bresaola.


Di solito la bresaola è venduta in pratiche vaschette sottovuoto, che ne permettono la conservazione (in frigorifero) fino alla data di scadenza indicata sull'etichetta.


Una volta aperta la confezione, andrà tenuta sempre in frigo e consumata entro un paio di giorni, per evitare che si indurisca e perda il suo aroma. Allo stesso modo, se la comprate affettata dal salumiere, consumatela entro 2 giorni, conservandola in frigorifero.


Controllate bene l'etichetta, e cercate sempre di prediligere quella che non contiene nitriti o polifosfati, che spesso vengono utilizzati come conservanti.


Attenzione agli additivi!

La bresaola, come altri insaccati, può contenere nitriti di sodio o di potassio, oppure nitrati.


Si tratta di conservanti spesso aggiunti alle carni conservate per farle durare di più, ma che ad alte dosi sono risultati cancerogeni (in particolare i nitriti, mentre i nitrati in sé non lo sono, ma possono trasformarsi in nitriti una volta ingeriti).


Dunque, fate attenzione all'etichetta e controllate che non siano presenti questi additivi, che vengono anche indicati con le sigle da E249 a E252.

Ecco per voi una gustosa ricetta: millefoglie di bresaola croccante e pere

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

200 g di bresaola

400 g di ricotta di mucca

300 g di pere 300

g di formaggio grana

Il succo di 1/2 limone

Latte scremato q.b.

Insalata mista

Sale e pepe


Preparazione

Coprite con carta forno le fettine di bresaola e disidratatele al microonde per 40 secondi, poi togliete la carta e continuate per altri 20/30 secondi (potete ottenere lo stesso risultato mettendola in forno a 90° per circa mezz'ora, o finché non sarà croccante).


Sbucciate e tagliate le pere a cubetti, facendole ammorbidire in una padella antiaderente con il succo di limone. Sciogliete a bagnomaria il formaggio grana con l'aggiunta di un po' di latte per renderlo più cremoso.


Lavorate la ricotta rendendola cremosa, lavate l'insalata e tagliatela molto sottile e conditela con un filo d'olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale.


Componete la millefoglie alternando la bresaola con la ricotta, le pere e l'insalatina.


Servite la millefoglie croccante con la fonduta al parmigiano e una grattugiata di pepe nero a mulinello.

 


Scrivi commento

Commenti: 0