La fragola di bosco è un vero elisir

Fragola di bosco
Fragola di bosco

Nei periodi di stress; per favorire la diuresi e drenare la ritenzione di liquidi, scegli la fragola di bosco, ricca di minerali benefici, e gustala tutti i giorni, per controllare lo stress e la pressione.


La fragola (Fragaria vesca) è una pianta di origine europea conosciuta già ai tempi dei Greci e dei Romani.


Le varietà oggi coltivate sono degli ibridi la cui produzione è iniziata verso la fine del Settecento. La fragola appartiene alla famiglia botanica delle Rosacee.


Fra tutte le varietà, la più nota e pregiata è la fragola di bosco che produce piccoli frutti rosso scuro dalla primavera fino al tardo autunno. La fragola di bosco ha un profumo e un sapore molto più intensi rispetto alle fragole coltivate. Questi piccoli frutti deliziosi sono noti per le loro virtù depurative e diuretiche.


Ma la loro proprietà più interessante, secondo la medicina popolare, è la capacità di aiutare a controllare i rialzi della pressione arteriosa, così frequenti a primavera e nei periodi di maggior stress.


La fragola di bosco contiene molti elementi nutritivi e in particolare è ricca di vitamina C, zolfo, calcio, ferro, magnesio e potassio. Poche le calorie: solo 27 ogni 100 grammi. Consigliata nelle diete dimagranti e nell'alimentazione dei diabetici, deve essere consumata al naturale, come spuntino di metà mattina o a merenda.

 

Chi soffre di ipertensione in modo cronico sa come curarsi e non è particolarmente a rischio. Il problema si pone a chi ne soffre in modo saltuario. Il ristagno dovuto a un eccesso di controllo delle energie primaverili può causare sbalzi improvvisi, con vertigini, stordimenti, fischi nelle orecchie, cefalea e alcune volte lo sbalzo è più lento ma dura di più, senza che la persona se accorga. Utile dunque, un controllo di pressione.


Per chi soffre di ipertensione leggera e transitoria, conseguente a uno stato di stress prolungato, la fragola di bosco è un vero elisir.

Ecco come e perché la fragola di bosco protegge le arterie e rinforza i nervi

Azione diuretica.

Una delle necessità primarie dell'organismo dell'iperteso è ridurre la ritenzione di liquidi.

E la fragola di bosco, grazie al magnesio, è un valido drenante.


Un consiglio: per sfruttare questa proprietà, usa i frutti freschi per preparare frullati e frappe dissetanti, da bere al mattino a colazione, tre volte la settimana.

 

Azione antiossidante.

Nella genesi dell'ipertensione i radicali liberi, capaci di favorire la degenera­zione di tutti i tessuti, hanno un ruolo determinante. Ci vuole un rimedio dalle forti proprietà antiossidanti. Come la fragolina, straricca di vitamina C.


Un consiglio: condisci le fragoline con limone o arancio, che rinforzano l'azione antiossidante della fragola. Consuma la macedonia a merenda, tutti i giorni.


Azione ricostituente.

Lo stress è in cima alla classifica dei fattori che favoriscono le puntate ipertensive.

E rigenerare il sistema nervoso significa proteggere anche le arterie.


Un consiglio: addolcisci le fragole di bosco con il miele, validissimo ricostituente.

Prendi il mix a colazione, tre volte la settimana.

 

Per gli studenti.

Le virtù benefiche delle fragole di bosco sono indicate anche a chi non ha problemi di pressione alta. In particolare, il frutto è consigliato agli studenti per la sua azione ricostituente, capace di sostenerli nelle ultime fatiche scolastiche.


Per apprezzarne l'effetto rigenerante senza avere effetti ipotensivi, basta mangiarle una volta al giorno, al naturale.


Leggi anche:


Commenti: 0