Omega-3 e Omega-6, cosa sono e a cosa servono

Ecco i motivi per cui fare il pieno di Omega-3 e Omega-6, questi speciali "grassi buoni", anche attraverso una corretta integrazione. I principali costituenti delle sostanze grasse sono gli acidi grassi, suddivisi in saturi, monoinsaturi e polinsaturi.

Omega-3 e Omega-6, cosa sono e a cosa servono
Omega-3 e Omega-6

Di questi ultimi fanno parte gli Omega-6 e gli Omega-3, anche detti vitamina F.

 

Scopriamo perché dovremmo consumarne di più, proprio come suggerisce l'Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo la quale l'alimentazione delle popolazioni dei paesi industrializzati ne è troppo povera.

 

Gli Omega-6 si trovano nei semi dei vegetali. Il capofila degli Omega-6 è l'acido linoleico, presente in grande quantità negli oli di cartamo, girasole, mais, soia e germe di frumento.

 

Gli Omega-3 (acido linolenico, da non confondere con il linoleico degli Omega-6) si trovano soprattutto nell'olio di lino, in noci e mandorle, nella frazione verde dei vegetali e nei pesci, soprattutto quelli che vivono in acque fredde (salmone e pesce azzurro, tra gli altri).

 

Nei pesci si trovano due forme di acidi grassi essenziali, gli EPA e i DHA (sintetizzati a partire dall'acido linolenico), particolarmente importanti per la salute del cervello, della retina e dell'apparato cardiovascolare.

 

L'alga spirulina (lattuga di mare) contiene una quantità elevata di acido linoleico: 97 mg ogni 10 g.

A cosa servono gli Omega-3 e gli Omega 6

Gli Omega-3 migliorano considerevolmente le proprietà di fluidificazione del sangue, diminuiscono la formazione di coaguli, sono essenziali per lo sviluppo cerebrale, per la memoria e l'apprendimento.

 

Sono utili nell'eczema, nella psoriasi, nell'arteriosclerosi e fondamentali nel trattamento della candidosi. Inoltre, aumentano la resistenza alle allergie e alle infiammazioni e rafforzano la risposta immunitaria.

 

Gli Omega-6 entrano a far parte delle strutture delle membrane (pelle e mucose) e proteggono il nostro organismo da aggressioni esterne; aiutano il buon funzionamento delle guaine nervose; tengono sotto controllo il colesterolo e hanno funzione determinante nell'equilibrio immunitario.

Integratori di omega 3 3 omega 6

Quando si scelgono integratori di Omega-3, meglio preferire quelli ad alto contenuto di EPA e DHA, che devono essere maggiori rispetto all'acido alfalinolenico.


Le dosi giornaliere consigliate sono tra i 500 e i 1500 mg (di solito 2 capsule al giorno), e l'integrazione dovrebbe procedere per tre mesi, con una pausa di un mese tra un ciclo e l'altro.


Si trovano anche integratori di Omega-3 e Omega-6 insieme, ma di solito la carenza è più marcata riguardo ai primi che non ai secondi, quindi è preferibile orientarsi sugli Omega-3, che sono particolarmente indicati per le donne in gravidanza: aiutano infatti il corretto sviluppo cerebrale del nascituro.



Commenti: 0