Barbabietole rosse: proprietà antitumorali

Quando si parla di alimentazione sana, è raro che vengano in mente piatti provenienti dalla Russia.

 

E non c'è da stupirsi, in effetti, perché abbinamenti come cavolo e patate conditi con il burro e annaffiati con dosi generose di vodka difficilmente fanno pensare all'alta cucina, tantomeno a un'alimentazione sana.

Barbabietole rosse: proprietà antitumorali
Barbabietole rosse

Eppure esiste un piatto tradizionale russo che merita un po' di attenzione: il bortsch.


Servita calda o fredda, questa minestra rossa e dolciastra a base di barbabietole fresche abbonda di nutrienti capaci di prevenire i difetti congeniti, di far funzionare meglio il sangue e forse anche di tenere lontani i tumori.

È possibile che il pigmento delle barbabietole rosse abbia proprietà antitumorali

Nella medicina popolare sono moltissimi i riferimenti alle proprietà antitumorali di barbabietole rosse e succo di barbabietole e, sebbene occorrano ulteriori ricerche per dimostrarlo definitivamente, molti scienziati sospettano che la sostanza che conferisce a queste radici il colore rosso vivo, la betaina, sia anche molto efficace contro il cancro.

 

Il succo di barbabietola rossa viene usato in Europa per curare il cancro, afferma Eleonore Blaurock-Busch, presidente della Trace Minerals International di Boulder, Colorado.

 

In uno dei pochi studi sull'efficacia delle barbabietole rosse contro il cancro, i ricercatori hanno confrontato l'effetto di succo di barbabietole e di altre verdure e frutti su alcune comuni sostanze cancerogene.

 

Rispetto ad altri succhi presi in esame, quello delle barbabietole è risultato uno dei più efficaci nel bloccare le mutazioni cellulari che normalmente portano al cancro.

 

Dal punto di vista delle proprietà antitumorali, le barbabietole rosse sono meno studiate di altre verdure, ad esempio i broccoli, fa presente la dottoressa Blaurock-Busch, ma i motivi per includerle in una dieta equilibrata non mancano. Oltre a tutto, sono molto nutrienti. E poi sono buone.

 

Una fonte di acido folico

Se c'è un nutriente di cui le donne sono spesso carenti, è l'acido folico, una vitamina del gruppo B.


Le donne non consumano abbastanza lenticchie, spinaci o altri alimenti ricchi di acido folico per arrivare a coprire il fabbisogno giornaliero di 400 microgrammi, mentre l'assunzione del livello giornaliero raccomandato di acido folico è indispensabile per garantire un normale sviluppo tissutale e probabilmente anche per prevenire le malattie cardiache e alcuni tumori.

 

Inoltre i medici hanno scoperto che l'acido folico è assolutamente necessario in gravidanza, perché contribuisce a prevenire i difetti congeniti.


Mezza tazza di barbabietole rosse bollite e tagliate a fette contiene 45 microgrammi di acido folico, pari a circa l'11 per cento del fabbisogno giornaliero.

 

Aumentare le riserve di ferro

Per quanto riguarda l'apporto di ferro, le barbabietole non possono competere con la carne magra di manzo, ma se fate parte dei milioni di persone che cercano di ridurre o eliminare del tutto la carne dalla propria tavola, un buon modo per assicurarsi il giusto livello di minerali sono le barbabietole.

 

Molti vegetariani ricavano il ferro di cui hanno bisogno dalle barbabietole, dice la dottoressa Blaurock-Busch.


Una tazza di barbabietole bollite e tagliate a fette contiene 1 milligrammo di ferro, pari a circa il 6 per cento della quantità giornaliera raccomandata (RDA) per le donne e il 10 per cento della RDA per gli uomini.

 

Pur non contenendo una grande quantità di ferro, le barbabietole sono ricche di vitamina C, 9 milligrammi in una porzione di 1 tazza, pari al 15 per cento del fabbisogno giornaliero.


Questo è salutare da due punti di vista: prima di tutto perché aiuta l'organismo ad assorbire più ferro del normale e in secondo luogo perché la vitamina C fa bene di per sé.

 

Essendo antiossidante, la vitamina C raccoglie i radicali liberi, cioè quelle mole­cole nocive per le cellule alla cui presenza sono stati ricondotti alcuni tu­mori, malattie cardiache e varie altre patologie.

 

Qualche suggerimento

Cuocetele poco. È dimostrato che il calore diminuisce l'effetto antitumorale delle barbabietole per cui, se volete traine il massimo giovamento, cuocetele poco.

 

Provatele in scatola.

Una delle virtù delle barbabietole rosse è che sono quasi  altrettanto nutrienti in scatola che appena raccolte, e se ne possono quindi sfruttare i benefici effetti anche fuori stagione.

 


Commenti: 0