Yogurt: proprietà e calorie

Yogurt: proprietà e calorie
Yogurt

Perché lo yogurt è circondato da un'aura benefica?  Lo yogurt fa bene?

Considerato una fonte di giovinezza, lo yogurt è arrivato dal Caucaso, il paese dei centenari. Il vasetto di yogurt, una volta obbligatoriamente in bicchiere, ora in confezioni colorate, sarebbe il portatore di tutti i benefici della natura.


Pare che sia il toccasana di ogni male: se siete sotto terapia antibiotica, vi si consiglia di mangiare yogurt; lo stesso se siete stitici o avete il colesterolo alto.


Per il suo alto contenuto di fermenti lattici lo yogurt ha la proprietà di rigenerare la flora batterica.


Attraverso quali meccanismi lo yogurt interverrebbe beneficamente nella sintesi del colesterolo? E come potrebbe essere anticancerogeno?

Tutte le ricerche in corso che tentano da anni di rispondere a queste e ad altre domande simili, non hanno finora dato nessun esito. Tuttavia il vasetto di yogurt piace a tutti, senza distinzione di età.

Solo i lattanti non possono approfittare di questi benefici reali o supposti. La controindicazione per loro è costituita dalla troppa acidità, che danneggerebbe il fegato del bambino.

Che cosa contiene un vasetto di yogurt?

Da un punto di vista nutrizionale, gli yogurt sono tutti uguali?

Assolutamente no. Lo yogurt viene in genere considerato un alimento sano, ma il valore nutritivo dei prodotti in commercio varia in modo considerevole.

In Italia lo yogurt è il prodotto della pastorizzazione del latte intero o magro cui vengono aggiunti i batteri Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus termophilus; alcune marche contengono il Lactobacillus acidophilus.


Questi batteri sono del tutto innocui e, se sono vivi, svolgono un effetto benefico. Il Lactobociìlus acidophilus, per esempio, è in grado di prosperare nell'intestino, dove sembra ostacoli la crescita di batteri nocivi. Purtroppo, gli altri batteri utilizzati per la preparazione dello yogurt sopravvivono rara­mente al passaggio dallo stomaco all'intestino.


Lo yogurt presenta essenzialmente le stesse sostanze nutrienti del latte utilizzato per la sua preparazione. Quello intero ha il medesimo contenuto di grassi del latte d'origine, mentre quello magro quasi non ne contiene.


Lo yogurt con aggiunta di frutta zuccherata o di aromi è ancora più calorico, e quindi sarebbe meglio aggiungere semplicemente pezzetti di frutta fresca allo yogurt naturale. Naturalmente, gli yogurt addolciti con dolcificanti forniscono una quantità minore di calorie rispetto ai prodotti con aggiunta di zucchero.

Nello scegliere lo yogurt, conviene sempre leggete le etichette e fermare l'attenzione dove è impressa la dicitura "fermenti lattici vivi"; dove non compare la scritta “magro” si tratta sicuramente di yogurt da latte intero.

Lo yogurt può essere preparato anche a casa, utilizzando appositi apparecchi.


Lo yogurt contiene:

glucidi, 5 grammi per vasetto, costituiti da glucosio e da galattosio;

protidi, 5 grammi per vasetto, di ottimo valore biologico ed equilibrati in amminoacidi essenziali;

lipidi, variabili a seconda del latte impiegato: 3,5 grammi per un vasetto al latte intero;

sali minerali: magnesio, sodio, potassio, calcio (il calcio, sotto forma di lattato, è ottimamente assorbito);

vitamine A e D.


Le calorie dello yogurt      

Il valore calorico di un vasetto di yogurt è compreso tra le 60 calorie di quello magro fino alle 130 calorie di quello intero, con aggiunta di zucchero e frutta.

Yogurt da latte intero  60-65 calorie              

Yogurt da latte parzialmente scremato  43 calorie             

Yogurt da latte scremato  36 calorie              

Yogurt alla frutta  130 calorie              

Yogurt + zucchero  130 calorie                                                                          Yogurt greco (latte intero) 115 calorie.


Peculiarità dello yogurt è la sua acidità (pH: 4,2).

Proprio per questo motivo è controindicato nei lattanti, poiché il loro fegato immaturo non può metabolizzare l'acido lattico, e ci sarebbe quindi il rischio di una grave acidosi.


Lo yogurt decalcifica?

Accade piuttosto il contrario: come il latte che lo compone, lo yogurt contiene 125 milligrammi di calcio e 90 milligrammi di fosforo ogni 100 millilitri, due minerali che si completano per favorire l'assimilazione del calcio. Allo stesso modo agisce il pH acido, mentre l'acido lattico rende il latte più digeribile e facilita l'assorbimento del calcio.  


Perché una tale quantità e varietà di yogurt?

La varietà è una legge del marketing: bisogna diversificare l'offerta dei prodotti e rinnovarli continuamente per non stancare il cliente.

Lo yogurt semplice, bianco, nel suo piccolo bicchiere, risale agli anni del dopoguerra.

Successivamente, con la diversificazione del prodotto sul mercato, il consumatore ha potuto scegliere tra innumerevoli tipi, in base alle preferenze personali.

Si tratta di un alimento non tossico, ma non bisogna consumarne una quantità eccessiva.



Commenti: 0