Pomodori: perché fanno bene

Un'insalata di pomodori. Questi ortaggi sono ricchi di vitamina C che, fra i tanti pregi, disintossica il corpo dalle tossine. Ricchi di acqua e poveri di calorie, i pomodori sono l'alimento ideale per l'estate e per chi vuole dimagrire o comunque mantenersi leggero.

Pomodori: perchè fanno bene. proprietà e benefici (licopene)
Pomodori

Cento grammi di pomodori forniscono 94 grammi d'acqua, vitamine e sali minerali in quantità, pochissime proteine e carboidrati, zero grassi e solo 19 calorie.

 

I pomodori contengono un'alta quantità di vitamina C, localizzata soprattutto in quella specie di gelatina che riveste i semi, e che, dunque, non va eliminata.

 

La vitamina C, fra i tanti pregi, ha anche quello di aiutare l'organismo a "disintossicarsi" dalle sostanze inquinanti e dai metalli tossici presenti nello smog ambientale.

 

Il colore rosso acceso indica la presenza di licopene e di beta-carotene, sostanze considerate molto efficaci nella prevenzione dei tumori, delle malattie cardiovascolari e nella protezione dai radicali liberi, responsabili anche dell'invecchiamento.

 

In più, stimolano il sistema immunitario, aiutando i linfociti, particolari globuli bianchi, a difenderci dalle infezioni.

 

Se poi si aggiunge ai pomodori una piccola quantità di olio di oliva, licopene e beta-carotene sono più facilmente assimilabili dall'organismo.

 

L'ideale, dunque, d'estate, è preparare "un'insalatona" di pomodori, aromatizzata con un peperone verde affettato sottile che la arricchisce ulteriormente di vitamina C, e con basilico, peperoncino fresco, uova sode o tonno, olio extravergine di oliva.

 

Aggiungendo due o tre fettine di pane integrale, diventa un piatto unico fresco e facilmente digeribile.

 

I pomodori sono ricchi di potassio, minerale che controlla diverse reazioni del nostro corpo: dalla regolazione del battito cardiaco alla trasmissione degli impulsi nervosi, all'equilibrio idrico, con effetto leggermente diuretico.

Pomodoro e licopene

Il pomodoro, miniera di sostanze protettive. Arriva dall'America meridionale, gli aztechi in America centrale ne hanno iniziato per primi la coltivazione, mentre sono stati gli spagnoli, nel XVI secolo, a portarlo fino a noi: il pomodoro è preziosissimo per la nostra salute.


Il pomodoro apporta poche calorie (18 per 100 grammi) e per il 95% è costituito da acqua. È inoltre ricco di vitamina C, E e betacarotene,  ferro, calcio e magnesio. Consumato senza sale aiuta a regolare la pressione.


Il segreto del suo potere benefico si chiama licopene, ed è il pigmento responsabile della colorazione rossa: non è sintetizzato naturalmente dal nostro corpo ma lo riceviamo grazie agli alimenti che ne sono ricchi, e il pomodoro è senza dubbio la migliore fonte alimentare di licopene.


Purtroppo, il contenuto di licopene del pomodoro coltivato è molto inferiore rispetto a quello della specie selvatica originaria (in Perù il pomodoro cresce ancora allo stato selvatico), ma in ogni caso le pietanze derivate da pomodoro cotto ne sono ricchi, e la rottura delle cellule del frutto con il calore rende questo composto fitochimico meglio assimilabile dall'organismo.


Anche i grassi sono alleati del licopene perché lo rendono più disponibile: è facile intuire che in questo senso la cottura del pomodoro con l'olio di oliva sia salutare.


Oltre al pomodoro fresco e ai suoi derivati (concentrato, passate, conserve, succhi), altre fonti di licopene che conosciamo sono il melone, l'anguria e il pompelmo rosa. Il licopene svolge un grande ruolo protettivo nei confronti del tumore della prostata e contribuisce a stabilizzare i livelli di colesterolo.


Acquista la varietà di pomodoro in relazione alle ricette che intendi preparare. Quelli a grappolo sono adatti per le bruschette. I pomodori di san Marzano, allungati e carnosi, si usano per le insalate e per fare la salsa.


I ciliegini sono perfetti per insalate di riso e insieme alla mozzarella, nonché per decorare altri piatti.

Non buttare la polpa estratta dai pomodori: puoi usarla per preparare una salsa, un minestrone o aggiungerla a ricette con altri ingredienti.

Le varietà di pomodori

In Italia, si coltivano molte varietà di pomodori adatte a ricette culinarie specifiche.


Dal San Marzano, di forma allungata e dalla consistenza ottima per la preparazione della salsa, al Cuore di bue, dal peso considerevole, anche 250 grammi, l più gustoso da fare in insalata.


Al Pachino, a grappoli, piccolo e reso dolcissimo dal suolo siciliano, tanto prezioso da essere catalogato come IGP Indicazione Geografica Protetta.



Scrivi commento

Commenti: 0