Agretti: pregiati e nutrienti 

Agretti: pregiati e nutrienti
Agretti

Il nome agretti pare derivi dal sapore lievemente aspro dell'ortaggio, mentre il secondo appellativo più diffuso, "barba di frate", viene fatto risalire alla forma sottile e allungata, che ricorda la tipica barba dei frati di un tempo.


Simbolo della cucina tradizionale povera, ma in realtà ricchi di virtù e benefici in pochissime calorie: non è un caso che oggi gli agretti siano sempre più apprezzati.


Conosciuti sotto molti nomi, a seconda dei dialetti regionali (agretti, ma anche barba di frate, lischi o roscani), questi ortaggi dal colore verde brillante ci ricordano un po' gli aghi di pino, ma in realtà si tratta di lunghe e sottili foglie di una pianta in grado di sopravvivere alle condizioni più estreme.


Gli agretti in genere si piantano a dicembre, con l'inizio della stagione invernale e si raccolgono in primavera da marzo a metà maggio.


La coltivazione richiede molta cura e attenzione, in quanto prima della raccolta è necessario passare tra le singole piante per estirpare a mano le erbe infestanti.


Questo gran lavoro di manualità e di pazienza ha fatto oggi degli agretti un ortaggio raro e pregiato.


Tipici della gastronomia laziale, sono diffusi anche nelle regioni centro settentrionali del nostro paese nonché in tutta l'area mediterranea, dove le condizioni  climatiche sono favorevoli alla loro crescita.

Le proprietà nutrizionali degli agretti

Ricetta: frittata di agretti al forno

Gli agretti sono deliziosi anche nella frittata, come vi suggeriamo nella nostra ricetta.


INGREDIENTI PER 4 PERSONE

5-6 uova fresche

2 mazzi di agretti

200 g di ricotta

Olio extravergine d'oliva (per ungere la pirofila)

Sale


Preparazione della frittata di agretti al forno.

Unite le uova, sbattendo con una forchetta per amalgamare il composto, e salatelo leggermente.

Lavate e mondate gli agretti, eliminando le radici e il fusto coriaceo.

Cuoceteli brevemente al vapore, lasciandoli ben consistenti.

Fateli raffreddare, dopodiché metteteli in una scodella, aggiungendo la ricotta e mescolando bene.

Versatelo in una teglia antiaderente (o ungete leggermente una pirofila) e cuocete in forno a 180° C per circa mezz'ora.

Potete servire la frittata di agretti anche fredda.

 


Scrivi commento

Commenti: 0